L'inchiesta su Sarkozy e i soldi di Gheddafi per le elezioni

(AGI) - Parigi, 1 lug. - L'inchiesta che vede coinvolto NicolasSarkozy ha preso le mosse nell'aprile 2013 dal presuntofinanziamento da parte del regime libico di Muammar Gheddafialla campagna presidenziale del 2007. I due titolari delleindagini decidono di mettere sotto intercettazione il cellularedell'ex capo dello Stato e degli ex ministri Claude Gueant eBrice Hortefeux. E qui si intrecciano i diversi fascicoliaperti che vedono coinvolto l'ex presidente, non solo il filonelibico, ma anche il caso Bettencourt (l'indagine sullacirconvenzione di incapace nei confronti dell'anzianaereditiera dell'impero L'Oreal, su cui nel frattempo e' statoprosciolto)

(AGI) - Parigi, 1 lug. - L'inchiesta che vede coinvolto NicolasSarkozy ha preso le mosse nell'aprile 2013 dal presuntofinanziamento da parte del regime libico di Muammar Gheddafialla campagna presidenziale del 2007. I due titolari delleindagini decidono di mettere sotto intercettazione il cellularedell'ex capo dello Stato e degli ex ministri Claude Gueant eBrice Hortefeux. E qui si intrecciano i diversi fascicoliaperti che vedono coinvolto l'ex presidente, non solo il filonelibico, ma anche il caso Bettencourt (l'indagine sullacirconvenzione di incapace nei confronti dell'anzianaereditiera dell'impero L'Oreal, su cui nel frattempo e' statoprosciolto) e quella Tapie/Lyonnais. Ascoltando le conversazioni di Sarkozy con il suo legale,Thierry Herzog, i giudici dell'inchiesta sui fondi libiciscoprono che i due sono molto ben al corrente di come procedeil caso Bettencourt. E questo grazie all'interessamento diGilbert Azibert, avvocato generale di Cassazione, che haaccesso al sistema interno dell'organo giudiziario ed e'interessato a sua volta a una promozione a Monaco. E' lo stessoHerzog, che conosce da tempo Azibert, a riferire a Sarkozy, altelefono, che l'avvocato generale sarebbe felice di ricevere unsuo aiuto per ottenere il posto di consigliere di Stato nellacitta' monegasca. Coincidenza, proprio a febbraio, Sarkozy passa unasettimana di vacanza a Monaco all'Hotel de Paris dove vieneraggiunto dal suo legale. Un'ottima occasione, sostengono gliinquirenti, per fare pressioni sulle autorita' monegasche perfare ottenere ad Azibert quello che vuole. A questo punto, nelmarzo scorso, scatta l'offensiva giudiziaria con una serie diperquisizioni presso le abitazioni e gli uffici di Azibert edHerzog. A quest'ultimo vengono sequestrati cellulari, mail ebiglietti aerei per Nizza, insieme all'esame dellacorrispondenza con Sarkozy. Gli stessi fermati ieri dai magistrati: l'avvocato Herzog,e due alti magistrati del tribunale di Cassazione, Azibert ePatrick Sassoust, che rimangono tutti in stato di fermoprovvisorio. (AGI).