Grecia: la mappa degli interessi cinesi, da Pireo a tlc

(AGI) - Roma, 1 lug. - La Cina ha piu' di un interesse inGrecia. Lo scorso febbraio il premier greco, Alexis Tsipras, haribadito l'importanza del suo Paese come porta d'accesso almercato europeo per la Cina, mentre era a bordo della navedella Marina cinese che in quei giorni e' al porto del Pireoper una missione cominciata lunedi' scorso. "Diamo una specialeimportanza agli esistenti investimenti cinesi in Grecia,incluse le importanti attivita' di Cosco nel porto del Pireo",ha dichiarato il primo ministro di Atene. Negli stessi giorniil premier Li Keqiang ha fatto pressioni su

(AGI) - Roma, 1 lug. - La Cina ha piu' di un interesse inGrecia. Lo scorso febbraio il premier greco, Alexis Tsipras, haribadito l'importanza del suo Paese come porta d'accesso almercato europeo per la Cina, mentre era a bordo della navedella Marina cinese che in quei giorni e' al porto del Pireoper una missione cominciata lunedi' scorso. "Diamo una specialeimportanza agli esistenti investimenti cinesi in Grecia,incluse le importanti attivita' di Cosco nel porto del Pireo",ha dichiarato il primo ministro di Atene. Negli stessi giorniil premier Li Keqiang ha fatto pressioni su Tsipras perassicurare la tutela dei diritti delle societa' cinesi eappoggiare progetti nel porto. Cosco, il piu' importante gruppo di spedizioni marittimecinese, e' nella shortlist di uno schema di privatizzazioni delporto del Pireo, assieme ad altri quattro gruppi, peraggiudicarsi una quota di maggioranza del 67% dello scalomarittimo greco.L'espansione del porto siglata il 27 giugno del2013 prevede un investimento da parte del gruppo cinese di 224milioni di euro. L'interesse di Cosco non si ferma solo alsettore dei porti: Wei Jiafu, a capo di Cosco, aveva dichiaratoin quell'occasione, come scriveva il giornale grecoEkathimerini, che Cosco era pronto a compiere il passo diinvestitore strategico nel porto del Pireo a investitorestrategico nel Paese, esprimendo l'interesse del gruppo ancheper altre strutture presenti sul suolo greco. Anche i giganti delle telecomunicazioni cinesi hannoiniziato a guardare verso Atene. L'anno scorso Zte Corporation(Zhongxing Telecommunication Equipment Corporation) ha ottenutouna prelazione sull'uso del Pireo come base logistica per ilcommercio in Europa. Quest'anno - secondo rumors - e' ilcolosso Huawei a cercare un modo per penetrare il mercatogreco. .