Teatro: Aldo, Giovanni e Giacomo portano "The Best" a Londra

Teatro: Aldo, Giovanni e Giacomo portano "The Best" a Londra
 Aldo Giovanni e Giacomo

Londra - Ci sarà spazio per tutte le gag piu' famose e conosciute, ma ci si aspetta anche tanta improvvisazione: Aldo, Giovanni e Giacomo festeggiano i 25 anni di carriera e avviano il loro tour internazionale partendo da Londra, domani sera, 25 aprile, all'Eventim Apollo. 'The Best of Aldo, Giovanni e Giacomo' sbarca così nella capitale britannica grazie a Paolo Guerra e a TIJ Events, con Silvana Fallisi, con l'accompagnamento dell'orchestra dei Good Fellas e diretto da Arturo Brachetti. Da 'la montagna' a 'i gemelli', passando per 'scuola di polizia', 'scuola di siciliano', 'dottor Alzehimer' e 'Tafazzi', saranno tanti gli sketch portati sul palco dal trio composto dai volti più celebri della comicita' italiana. "Abbiamo fortemente voluto portare la nostra festa di compleanno, cosi' la consideriamo, all'estero sull'onda dell'entusiasmo dei fan che da tempo ci chiedono uno show fuori dall'Italia", ha spiegato all'AGI Giacomo. "Ci è sembrato il momento piu' giusto per accontentarli".

Uno spettacolo con un occhio di riguardo anche ai tanti 'cervelli in fuga' e in genere agli italiani che hanno eletto il Regno Unito a loro nuova dimora. "Ci riteniamo molto fortunati perché i nostri fan vanno da zero a 90 anni", ha continuato Giacomo. "In questo caso particolare siamo molto felici di incontrare i giovani che hanno scelto per volontà o necessità di lasciare l'Italia per vivere e lavorare in un Paese estero. Li aspettiamo con particolare affetto e ci piacerebbe conoscere le loro storie. Da parte nostra speriamo di portare un po' di 'aria di casa' che li faccia stare bene per una serata di festa". Per quanto riguarda il programma di domani sera, non si esclude quindi un po' di spazio lasciato all'improvvisazione e all'inatteso: "Riproporremo alcuni degli sketch storici piu' amati dal pubblico", ha concluso Giacomo. "E chissà che per le date all'estere non ci riesca di preparare qualche sorpresa per il pubblico straniero". (AGI)