Serata duetti da record con share al 66,5% 

Serata duetti da record con share al 66,5% 

Si conferma una edizione da record Sanremo 2023. Intanto Marco Mengoni vince la serata dedicata alle cover e resta in testa nella classifica generale.  La quarta serata del Festival in 90 secondi

serata duetti cover record share 66,5

AGI - Sono stati 11 milioni e 121 mila gli spettatori che hanno seguito in media (dalle ore 21.25 all'1.59), su Rai1, la quarta serata del Festival di Sanremo dedicata alle cover e ai duetti. Lo share è stato pari al 66,5%.

Ieri, per la prima parte della quarta serata del Festival di Sanremo - dalle ore 21.25 alle 23.41 - sono stati 15 milioni 46 mila spettatori, con uno share del 65,2%. Mentre la seconda parte (ore 23.44 - 1.59) è stata seguita da 7 milioni 41 mila spettatori, con uno share del 69,7%. Lo rende noto un comunicato della Rai. 

"È una grande soddisfazione per l'azienda, per la squadra che lavora sul Festival e mia personale che la serata di ieri abbia ottenuto il miglior risultato in termini di share dal 1987: il 66.5%. Non avveniva da un altro secolo, da un'altra epoca. Rispetto alla corrispondente serata dell'edizione 2022, quella di ieri ha registrato 6 punti percentuali di share in più e, a parità di durata complessiva, 210mila telespettatori in più. Congratulazioni ad Amadeus, alla Rai, ai cantanti e agli artisti intervenuti e naturalmente al pubblico. Un pubblico di tanti italiani e ricco di gioventù". Cosi' l'Amministratore Delegato della Rai Carlo Fuortes, commentando i dati Auditel di stanotte nell'uscire dal palazzo della conferenza stampa del Festival di Sanremo

L'edizione di Marco Mengoni

É il favoritissimo, resta in testa alla classifica provvisoria e si aggiudica anche la serata dedicata a cover con "Let it be", accompagnato dal coro gospel Kingdom Choir. 

La serata, da sempre una delle più amate dal pubblico, ha visto molti artisti alle prese con alcuni dei brani più noti della musica italiana. Diversi hanno scelto brani propri o del proprio ospite ma ci sono state anche scelte molto più curiose e azzardate. In particolare Colapesce Dimartino con Carla Bruni in "Azzurro" di Adriano Celentano; i Coma_Cose con i Baustelle in "Sarà perché ti amo" dei Ricchi e Poveri; Rosa Chemical con Rose Villain in “America” di Gianna Nannini; e poi Shari con Salmo in un medley di Zucchero. Altri medley di pesi massimi vengono dedicati a Eros Ramazzotti ed Edoardo Bennato, sul palco per ripercorrerli insieme a, rispettivamente, Ultimo e Leo Gassman. Gli applausi più scroscianti sono però per Giorgia ed Elisa.

Il ricordo delle foibe

Dopo le polemiche e i numerosi appelli giunti dal mondo della politica, il Festival ha dedicato uno spazio al Giorno del Ricordo, che cade il 10 febbraio. Amadeus ha letto uno dei passaggi più drammatici di "La ragazza con la valigia" di Egea Haffner, una delle testimonianze più celebri del dramma degli esuli di Istria e Dalmazia, e menziona la tragedia delle foibe e dell'esodo.

Fedez di nuovo provocatorio

C'è anche spazio per un'altra sferzata antigovernativa, stavolta bonaria, a cura del solito Fedez, che invita Giorgia Meloni a legalizzare la marijuana dopo il medley con gli Articolo 31.

L'omaggio a Peppino di Capri

Ospite della quarta serata Peppino Di Capri, che ha ritirato il premio alla carriera, e il cast di Mare Fuori. Sul palco esterno e sulla nave di Sanremo Takagi e Ketra e La Rappresentante di Lista.