Mattarella a Palermo inaugura pinacoteca di Villa Zito

(AGI) - Palermo, 20 giu. - La nuova straordinaria vita di VillaZito. E' stato il presidente della Repubblica Sergio Mattarellaa tenere a battesimo questa mattina a Palermo la grandepinacoteca estesa su circa mille metri quadri di saleespositive, disposte su tre piani. Il Capo dello Stato havisitato le ampie sale. Tornano dunque fruibili tremila opere,tra le quali dipinti realizzati dai primi del Seicento alNovecento. Nella storica dimora aperta al pubblico dallaFondazione Sicilia, si possono apprezzare le opere piu'rappresentative della collezione pittorica dell'ente, oltreagli esemplari di maggiore rilievo della raccolta di opere

(AGI) - Palermo, 20 giu. - La nuova straordinaria vita di VillaZito. E' stato il presidente della Repubblica Sergio Mattarellaa tenere a battesimo questa mattina a Palermo la grandepinacoteca estesa su circa mille metri quadri di saleespositive, disposte su tre piani. Il Capo dello Stato havisitato le ampie sale. Tornano dunque fruibili tremila opere,tra le quali dipinti realizzati dai primi del Seicento alNovecento. Nella storica dimora aperta al pubblico dallaFondazione Sicilia, si possono apprezzare le opere piu'rappresentative della collezione pittorica dell'ente, oltreagli esemplari di maggiore rilievo della raccolta di operegrafiche, una ricca mole di reperti. In totale sono oltre 1600le opere pittoriche, 1194 le opere grafiche, 127 le sculture ediverse maioliche. La villa ha una superficie di 3112 metriquadri. Le superfici delle sale espositive sono pari a 800metri quadri mentre le superfici espositive sono 820 metriquadri. Le due sale conferenze sono state completamenteristrutturate ed e' stata concepita anche la nuova salamultimediale. Il giardino si estende per 3600 metri quadri el'intenzione e' di renderlo fruibile al piu' presto. "Con la riapertura di questa bellissima villa si riapre unastagione di cultura e arte a Palermo", dice il presidente dellaFondazione Sicilia, Giovanni Puglisi. Villa Zito ospitera'anche gli uffici della Fondazione culturale "Laura Chiazzese"per l'arte e la cultura. Il pecorso espositivo si apre al primo piano con la pitturadel Seicento, con opere, tra gli altri, di Mattia Preti,Bernardo Strozzi, Luca Giordano e Salvatore Rosa. La pitturadel paesaggio del tardo Seicento chiude la sezione dedicataall'arte antica e prelude al vedutismo settecentesco.L'Ottocento, introdotto, dalle opere di Francesco Zerilli, e'rappresentato dai protagonisti della grande pittura delpaesaggio in Sicilia: Francesco Lojacono, Antonino Leto,Michele Catti). Inoltre opere di Ettore De Maria Bergler. Alsecondo piano trovano spazio i grandi protagonisti della primameta' del Novecento: Mario Sironi, Filippo De Pisis, OttoneRosai, Carlo Carra', Arturo Tosi e Ugo Attardi. Le inquietudinidella Scuola Romana caratterizzano la notevole serie di dipintidi Fausto Pirandello. Una testimonianza a se' e' costituitadalla presenza di un'opera di Mario Schifano, esposta al pianoterra. Quindi, Renato Guttuso con la spettacolare "Eruzionedell'Etna" e le opere del futurista Pippo Rizzo. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it