Italia a Maastricht, i 'buchi neri' di Cossyro al KiV

(AGI) - Roma, 12 mar. - L'universo di Michele Cossyro, i suoi'buchi neri' e i 'mondi paralleli', arrivano in Olanda. Unamostra personale dell'artista siciliano aprira' i battentidomani 13 marzo al Castello di St. Gerlach, a pochi chilometrida Maastricht, in occasione del KiV, l'esposizione annualeKunst in Valkenburg che si svolge parallelamente alla Tefaf, lamostra-mercato piu' importante del mondo. L'esposizione,rimarra' aperta fino al 29 marzo. Successivamente le operedell'artista saranno esposte, fino al 31 maggio, al GiardinoGalerie & Beeldentuin. Nella mostra sono presenti opere legatea due temi amati da Cossyro, i 'Buchi Neri'

(AGI) - Roma, 12 mar. - L'universo di Michele Cossyro, i suoi'buchi neri' e i 'mondi paralleli', arrivano in Olanda. Unamostra personale dell'artista siciliano aprira' i battentidomani 13 marzo al Castello di St. Gerlach, a pochi chilometrida Maastricht, in occasione del KiV, l'esposizione annualeKunst in Valkenburg che si svolge parallelamente alla Tefaf, lamostra-mercato piu' importante del mondo. L'esposizione,rimarra' aperta fino al 29 marzo. Successivamente le operedell'artista saranno esposte, fino al 31 maggio, al GiardinoGalerie & Beeldentuin. Nella mostra sono presenti opere legatea due temi amati da Cossyro, i 'Buchi Neri' e i 'MondiParalleli - Fisarmoniche'. L'artista, che da sempre fluttua traspazio vero e spazio artefatto, tra virtuale e reale travisibile e invisibile, espone a Maastricht alcune delle operepiu' esemplificative del suo percorso creativo. Il Mediterraneoe la Sicilia, con i loro contrasti, la loro energia naturale,la loro evocazione di emozioni, diventano sintesi esteticadell'Universo. Un'immaginazione materiale che passa perelementi come l'acqua, il magma vulcanico, i colori del fuoco,della terra, che diventano simboli del cosmo, in unacircolarita' di passato-presente-futuro. "Cossyro, ben piu'suggestionato dall'impressionante fenomenologia delle forze ingioco e della sublime dimensione in cui l'astrofisica ciproietta, ha accentuato nei suoi Buchi neri l'aspetto dellastupefazione derivante dai vortici di luce creati con letessere vitree eseguite con puntigliosa precisione e qualita'di paste policrome fino a esiti mirabili" spiega il curatoredelle mostre dell'artista, Bruno Cora'. Nei Mondi paralleli,Fisarmoniche "la fenomenologia scatenata da Cossyro, facendoleva sulla luce, sulla pittura e sulla rifrazione di essa nellospecchio in relazione al movimento dell'osservatore, sollecitalo sguardo a una dinamica che ancora prima di essere ottica e'mentale, tanto da lasciare percepire una vertigine sensazionalema al tempo stesso del pensiero e dell'immaginario,nell'istantaneita' dello spazio-tempo" . Cossyro Valenza, nato a Pantelleria il 16 marzo 1944, vivee lavora a Roma dove ha insegnato all'Accademia di Belle Artiche, lo scorso anno, gli ha conferito il titolo di 'MaestroAccademico Emerito'. Ha fatto parte della commissione CIMAE peril ministero degli Esteri dal 1990 al 1995 ed e' consulentetecnico per il ministero delle Finanze, per la Zecca delloStato. Dal 1979 e' direttore artistico de La Salerniana diErice. (AGI)