'Ogni maledetto Natale', l'anti cinepanettone grottesco e folle

(AGI) - Roma, 28 nov. - La graffiante e grottesca ironia degliautori della serie tv piu' irriverente degli ultimi anni,'Boris', e' approdata da iei nei cinema di tutta Italia.Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo stavolta sisono cimentati nella scrittura e regia di una commedianatalizia sui generis, 'Ogni maledetto Natale', in cuiripropongono parte della loro squadra di attori (Rene'Ferretti, Francesco Pannofino, Corrado Guzzanti, CaterinaGuzzanti) integrandola con altri nomi celebri (Laura Morante,Valerio Mastandrea, Alessandra Mastronardi e Marco Giallini).Un anti-cinepanettone, dove alla volgarita' e alla battutascontata, alle donnine discinte e al divertimento

(AGI) - Roma, 28 nov. - La graffiante e grottesca ironia degliautori della serie tv piu' irriverente degli ultimi anni,'Boris', e' approdata da iei nei cinema di tutta Italia.Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo stavolta sisono cimentati nella scrittura e regia di una commedianatalizia sui generis, 'Ogni maledetto Natale', in cuiripropongono parte della loro squadra di attori (Rene'Ferretti, Francesco Pannofino, Corrado Guzzanti, CaterinaGuzzanti) integrandola con altri nomi celebri (Laura Morante,Valerio Mastandrea, Alessandra Mastronardi e Marco Giallini).Un anti-cinepanettone, dove alla volgarita' e alla battutascontata, alle donnine discinte e al divertimento 'pecoreccio'si contrappone una doppia storia di due famiglie terribili.Entrambe esagerate, grottesche, dove tutti sono e recitanosopra le righe. E tutti, tranne i due giovani che fanno datrade-union tra i due gruppi familiari - Alessandra Mastronardie l'esordiente Alessandro Cattelan - interpretano due ruoli,non sempre speculari. Pannofino, Morante, Giallini, Mastandreae Caterina Guzzanti sono in entrambe le famiglie i genitori diuno dei due ragazzi, lo zio, la sorella e il fratello. Poi cisono Corrado Guzzanti, Andrea Sartoretti e Stefano Fresi cheintrpretano due ruoli diversi. Il merito del film e' anche ilsuo difetto: il fatto di stupire continuamente per l'eccesso,la natura altamente improbabile dei personaggi e le situazionigrottesche interessa lo spettatore e lo inchioda alla sedia perun po', poi inizia a diventare stucchevole e si avvertel'inconsistenza della storia. Tutti personaggi sono cosi'istrionici e folli da sembrare, in alcuni casi, mascherecarnevalesche piu' che comiche. A ben guardare, il film ha unatesi seria: le feste natalizie sono una tragedia e le famiglie,in queste circostanze, si riuniscono diventando una somma dinevrosi e ipocrisie, dove tutti danno il peggio di se'. Gliattori sono quanto di meglio offra il panorama italiano per lacommedia. Tutti molto bravi e ispirati, tutti felici di poteresagerare. Su tutti Corrado Guzzanti, irresistibile nei pannidi un cameriere filippino, e Valerio Mastandrea che interpretail doppio ruolo del fratello della Mastronardi e di Cattelan. .