Yara: carabinieri sicuri, furgone del video e' di Bossetti

(AGI) - Roma, 2 mar. - Nessun dubbio per i carabinieri: e'l'Iveco Daily di Massimo Bossetti, in carcere con l'accusa diaver ucciso Yara Gambirasio, quello ripreso dai video delle tretelecamere prese in esame nei circa tre quarti d'ora (tra le 18e le 18 e 47) immediatamente precedenti la scomparsa dellaragazza. I filmati erano stati acquisiti nella primissima fasedell'indagine dagli investigatori del Ros in collaborazione coni colleghi del Comando provinciale di Bergamo: successivamenteal fermo del muratore, i video sono stati riesaminati allaricerca dei mezzi in uso all'indagato ed, in particolare, delfurgone

(AGI) - Roma, 2 mar. - Nessun dubbio per i carabinieri: e'l'Iveco Daily di Massimo Bossetti, in carcere con l'accusa diaver ucciso Yara Gambirasio, quello ripreso dai video delle tretelecamere prese in esame nei circa tre quarti d'ora (tra le 18e le 18 e 47) immediatamente precedenti la scomparsa dellaragazza. I filmati erano stati acquisiti nella primissima fasedell'indagine dagli investigatori del Ros in collaborazione coni colleghi del Comando provinciale di Bergamo: successivamenteal fermo del muratore, i video sono stati riesaminati allaricerca dei mezzi in uso all'indagato ed, in particolare, delfurgone cassonato sequestrato subito dopo il fermo. Una voltaindividuato il furgone, spiegano carabinieri, si e' resonecessario "verificare l'ipotesi che il veicolo visibile neiframe dei vari filmati corrispondesse a quello dell'indagato" e"verificare la reale diffusione del modello di veicolo inanalisi con particolare riferimento all'area d'interesse". Sulprimo versante, il Ros ha preso contatti con gli ingegneridell'Iveco che si erano occupati della produzione (in un casosin dalla primissima versione di quel modello), i quali hannopoi collaborato con i tecnici del Ris di Parma, incaricati di"ottimizzare" (con l'aiuto di software sofisticatissimi) eanalizzare le fonti video; sull'altro versante, sempre graziealla collaborazione fornita da Iveco, il Ros ha individuato laparte di produzione di quel particolare modello - tra il '99 edil 2006 - compatibile in astratto con il veicolo osservabilenei filmato. Grazie alla rete capillare dei comandi dell'Arma,i circa 2mila Iveco Daily cosi' individuati sono statifotografati uno ad uno e via via esclusi in quanto "palesementeincompatibili" con il modello di riferimento. Solo 5 di essiavevano caratteristiche tali da poterli in qualche modoconfondere col veicolo ripreso dalle telecamere. I titolari diquesti cinque esemplari sono stati sentiti: anche grazie allamole di dati raccolti negli oltre quattro anni di indagini, sie' pervenuti ad escludere che potessero trovarsi a Brembate lasera del 26 novembre 2010. .