Uomo accoltellato da ergastolano in permesso premio a Milano

L'aggressore è Antonio Cianci, condannato per omicidio colposo plurimo, che ha sottratto alla vittima soldi e un cellulare, ma è stato fermato poco dopo da una volante della Polizia

Uomo accoltellato da ergastolano in permesso premio

Un uomo di 79 anni è stato accoltellato oggi pomeriggio nel parcheggio sotterraneo dell'ospedale San Raffaele di Milano. L'aggressore è Antonio Cianci, ergastolano in permesso premio, che ha sottratto alla vittima soldi e un cellulare, ma è stato fermato poco dopo da una volante della Polizia. Il 79enne è stato soccorso in codice rosso ma non è in pericolo di vita. Cianci, detenuto nel carcere di Bollate, sta scontando l'ergastolo perché, nell'ottobre del 1979, uccise tre carabinieri a Melzo. 

L'uomo accoltellato è stato ferito alla gola con un taglierino: ha riferito agli inquirenti che, mentre si trovava al piano -1 dell'ospedale, vicino alle macchinette del caffè, è stato minacciato e poi colpito da un uomo che gli chiedeva soldi. Cianci - 60 anni, originario del Foggiano, condannato per omicidio colposo plurimo - è stato poi fermato nei pressi di Cascina Gobba, ancora in possesso del taglierino e con i pantaloni insanguinati, guanti e cellulare della vittima. Il fatto è accaduto oggi pomeriggio, intorno alle ore 18.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it