Ue: in concorso a Milano giovani scienziati, 169 'neo Archimede'

(AGI) - Milano, 17 set. - Dal 18 al 21 settembre i neoArchimede dall'Europa e dal mondo protagonisti a Milano allafinale del concorso dell'Unione europea per i giovaniscienziati. Gli stand dei giovani, con le loro invenzioni eprototipi, sono in mostra, aperta al pubblico presso laFabbrica del Vapore e la cerimonia di premiazione si terra' il21 settembre al Teatro Dal Verme. Il Concorso dell'Unioneeuropea per i giovani scienziati e' giunto alla sua 27°edizionee si svolge per la seconda volta a Milano, dopo il 1997."Vengono esposti i lavori, prototipi, ricerche di ben 103

(AGI) - Milano, 17 set. - Dal 18 al 21 settembre i neoArchimede dall'Europa e dal mondo protagonisti a Milano allafinale del concorso dell'Unione europea per i giovaniscienziati. Gli stand dei giovani, con le loro invenzioni eprototipi, sono in mostra, aperta al pubblico presso laFabbrica del Vapore e la cerimonia di premiazione si terra' il21 settembre al Teatro Dal Verme. Il Concorso dell'Unioneeuropea per i giovani scienziati e' giunto alla sua 27°edizionee si svolge per la seconda volta a Milano, dopo il 1997."Vengono esposti i lavori, prototipi, ricerche di ben 103progetti, tutti estremamente interessanti ed anche utili, come,tanto per fare un esempio, un bidone che divide da solo irifiuti" dice Alberto Pieri, Segretario Generale della FAST-Federazione delle Associazioni Scientifiche e tecniche, cheorganizza questo evento per la Direzione Generale Ricerca dellaCommissione europea. "I selezionati sono 169 studenti dellesuperiori, vincitori dei primi premi nelle competizioninazionali in 39 Paesi dei cinque continenti". I premi variano:settemila euro per i 3 migliori progetti; cinquemila euro per i3 secondi; 3500 euro per i terzi classificati. Ci sono altririconoscimenti elargiti da enti partner e sponsor in denaro daimille ai duemila euro ciascuno; ma soprattutto ci sono unadecina di riconoscimenti con la possibilita' di partecipare,spesati, a internships internazionali, tra le quali l'ESA(European Space Agency) e il Cern, legati oramai da anni aquesta iniziativa della Commissione europea e che collaborano,in rete, per fare circolare nel mondo questi giovani geni: unmodo per consentire loro di crescere, di confrontarsiall'estero e di vincere ulteriori riconoscimenti per il loroimpegno di innovazione scientifica e tecnologica. "In occasionedella finale europea", dice Alberto Pieri,"abbiamo anchestudenti e progetti da Paesi extraeuropei; per questo gli Statirappresentati sono ben 39, di cui 24 dell'Unione europea (nonpartecipano Croazia, Grecia, Olanda e Romania)". Gli altriPaesi sono: Bielorussia, Georgia, Islanda, Norvegia, Russia,Svizzera e Ucraina; completano il quadro, studenti da StatiUniti, Nuova Zelanda, Cina, Corea del Sud, Israele, Egitto,Turchia, India, Tailandia. "Questo concorso" spiega ilpresidente FAST Stefano Rossini, "e' il piu' importante per igiovani di eta' compresa tra i 14 e i 20 anni ed e' voluto siadal Parlamento europeo, che dalla Commissione europea e dalConsiglio. La manifestazione e' collegata con viaggi premio dipartecipazione ad altri concorsi internazionali. Inoltre ilprestigio dell'evento e' riconosciuto anche in Italia conl'Alto Patronato del Presidente della Repubblica". (AGI)