Sias: nel 2014 utili in crescita, l'aumento dei pedaggi incoragg

L'esercizio 2014 del gruppo Sias vede la consuntivazione alivello consolidato di un "volume d'affari" superiore ad 1miliardo di euro, attestandosi su un valore pari a 1.031milioni di euro (+5,6% rispetto all'esercizo precedente). Ilpositivo andamento del traffico (+0,88%), unitamente agliincrementi tariffari riconosciuti con decorrenza dal 1A'gennaio 2014, hanno determinato un incremento dei "ricavi nettida pedaggio" pari a 46,9 milioni di euro (+5,47%). Talevariazione e' ascrivibile per 6,4 milioni di euro alla crescitadei volumi di traffico (l'incremento dei volumi pari allo 0,88%- ha determinato, in considerazione del mix di traffico, uneffetto

L'esercizio 2014 del gruppo Sias vede la consuntivazione alivello consolidato di un "volume d'affari" superiore ad 1miliardo di euro, attestandosi su un valore pari a 1.031milioni di euro (+5,6% rispetto all'esercizo precedente). Ilpositivo andamento del traffico (+0,88%), unitamente agliincrementi tariffari riconosciuti con decorrenza dal 1A'gennaio 2014, hanno determinato un incremento dei "ricavi nettida pedaggio" pari a 46,9 milioni di euro (+5,47%). Talevariazione e' ascrivibile per 6,4 milioni di euro alla crescitadei volumi di traffico (l'incremento dei volumi pari allo 0,88%- ha determinato, in considerazione del mix di traffico, uneffetto sui "ricavi netti da pedaggio" pari allo 0,75%) e - per40,5 milioni di euro - all'aumento delle tariffe. Queste ultimehanno registrato - nel confronto con l'esercizio 2013 unincremento (i) pari a 31,8 milioni di euro (+3,71%),relativamente agli aumenti riconosciuti con decorrenza dal 1A'gennaio 2014, e (ii) pari a 8,7 milioni di euro (+1,01%), perquanto concerne le tratte gestite dalla SATAP S.p.A.:l'esercizio 2013 aveva, infatti, beneficiato solo in partedell'aumento tariffario spettante (in quanto riconosciuto condecorrenza dal 12 aprile 2013). L'incremento dei "ricavi nettida pedaggio", in presenza (i) di una crescita fisiologica neicosti operativi del settore autostradale e (ii) di un lievemiglioramento nella contribuzione complessiva dei c.d. "settoriancillari", ha determinato un incremento del "margine operativolordo" pari a 42,4 milioni di euro, attestandosi su di unimporto pari a 608,6 milioni di euro. Inoltre, l'efficienzaoperativa del Gruppo evidenzia un ulteriore incremento: inparticolare, l'"EBITDA margin" risulta pari al 59% (58% nel2013). La rilevazione quali partite di natura "non ricorrente"- (i) di rimborsi assicurativi (pari a +1,5 milioni di euro) e(ii) della parziale svalutazione (pari a -11,7 milioni di euro)di un credito iscritto in precedenti esercizi, comporta laconsuntivazione, al 31 dicembre 2014, di un "margine operativolordo rettificato" pari a 598,3 milioni di euro. Nonostantel'aumento degli ammortamenti (+24,6 milioni di euro), lemaggiori svalutazioni operate relativamente alle partecipazioni(+4,4 milioni di euro) e la rilevazione di "componenti nonricorrenti", l'utile - quota Gruppo evidenzia una crescita paria 4,4 milioni di euro (+10,8 milioni di euro, al netto dellecitate poste "non ricorrenti"), attestandosi su di un importopari a 143,1 milioni di euro. Il cash flow operativo ' increscita di circa 27,7 milioni di euro rispetto al precedenteesercizio ' risulta pari a 422,4 milioni di euro.L'indebitamento finanziario netto rettificato al 31 dicembre2014 - in miglioramento di circa 26 milioni di euro rispetto al31 dicembre 2013 - risulta pari a 1.644,4 milioni di euro(1.670,3 milioni di euro al 31 dicembre 2013). Gli investimentirelativi alle infrastrutture autostradali, realizzatinell'esercizio 2014, risultano pari a circa 223 milioni dieuro. ANDAMENTO DEL TRAFFICO L'esercizio in esame evidenzia ' dopo un periodo di contrazione nei volumi - una crescita deitransiti riferibili sia ai veicoli leggeri sia ai veicolipesanti. I segnali di miglioramento del trend, gia'manifestatisi negli ultimi mesi del 2013, trovano ' pertanto -ulteriore riscontro nei volumi di traffico relativi al 2014. Inparticolare, nell'esercizio 2014 il traffico evidenzia unacrescita complessiva pari allo 0,88% (veicoli leggeri: +0,95%;veicoli pesanti: +0,66%). Nonostante i segnali di ripresamanifestatisi nel 2014, i "volumi di traffico" risultanoinferiori in misura pari a circa il 12% - rispetto ai datipre-crisi (i.e. anno 2007).EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLAGESTIONE I segnali di stabilizzazione/ripresa dei volumi ditraffico (anche legati all'evento "EXPO 2015") ' pur inpresenza di una manovra tariffaria, relativa al 2015, limitataalla sola inflazione programmata (+1,5%) - dovrebberoconsentire per l'esercizio in corso un ulteriore consolidamentodei risultati reddituali del Gruppo SIAS. CONVOCAZIONEDELL'ASSEMBLEA ORDINARIA Il Consiglio di Amministrazione hadeliberato di convocare, in data 14 aprile 2015, l'AssembleaOrdinaria in Unica Convocazione per l'approvazione del bilanciodi esercizio al 31 dicembre 2014 e della relativa proposta didestinazione dell'utile. In merito alla destinazionedell'utile, la proposta formulata dal Consiglio diAmministrazione prevede la distribuzione di un dividendo - asaldo - pari a 0,18 euro per azione, per complessivi circa 41milioni di euro. Il dividendo - in conformita' alledisposizioni impartite dalla Borsa Italiana S.p.A. - potra'essere messo in pagamento dal 20 maggio 2015 (in tal caso leazioni saranno quotate ex-dividendo dalla data del 18 maggio2015, contro stacco della cedola n. 27). La legittimazione alpagamento del citato acconto sara' determinata con riferimentoalle evidenze dei conti indicati dall'articolo 83- quater,comma 3, del D. Lgs. 24.02.1998, n. 58, relative al terminedella giornata contabile del 19 maggio 2015 (record date).L'ammontare complessivo del dividendo relativo all'esercizio2014 tenuto conto della distribuzione di un acconto, pari a0,14 euro per azione, effettuata nello scorso mese di novembrerisulta pari a 0,32 euro per azione, per un controvalore di 73milioni di euro. Il "pay-out" - in linea con la dividend policydel Gruppo risulta pari a circa il 50% del risultatoconsolidato. .