Scala: nel palco Reale Grasso e Franceschini

(AGI) - Milano, 7 dic. - Anche se si sente l'assenza delpresidente della Repubblica Giorgio Napolitano per la Prima delFidelio questa sera, al teatro alla Scala, il palco Reale e'comunque rappresentativo. C'e' il presidente del Senato PietroGrasso con la moglie, che da anni partecipa a questo evento, ilministro per i beni culturali Dario Franceschini. E ancora ilpadrone di casa, il sindaco Giuliano Pisapia e Cinzia Sasso, ilpresidente della regione Roberto Maroni e consorte, il prefettoFrancesco Paolo Tronca, il presidente del consiglio regionaleRaffaele Cattaneo, il vice presidente della CorteCostituzionale Marta Cartabia,

(AGI) - Milano, 7 dic. - Anche se si sente l'assenza delpresidente della Repubblica Giorgio Napolitano per la Prima delFidelio questa sera, al teatro alla Scala, il palco Reale e'comunque rappresentativo. C'e' il presidente del Senato PietroGrasso con la moglie, che da anni partecipa a questo evento, ilministro per i beni culturali Dario Franceschini. E ancora ilpadrone di casa, il sindaco Giuliano Pisapia e Cinzia Sasso, ilpresidente della regione Roberto Maroni e consorte, il prefettoFrancesco Paolo Tronca, il presidente del consiglio regionaleRaffaele Cattaneo, il vice presidente della CorteCostituzionale Marta Cartabia, e il vice presidente dellaProvincia di Milano Umberto Maerna. Tensioni all'esterno, poca politica e tanta economiaall'interno. E' una 'prima' meno scintillante del solito quellache, con 'Fidelio', inaugura la stagione del teatro alla Scaladi Milano che coincidera' con l'anno dell'Expo. Per la primavolta da anni mancano al Piermarini sia il Presidente dellaRepubblica che il Presidente del Consiglio e sono quindi ilpresidente del Senato, Pietro Grasso, e il ministro dei beniculturali, Dario Franceschini, a rappresentare la politicanazionale; presenti invece le autorita' locali, dal sindaco diMilano, Giuliano Pisapia, al presidente della regione, RobertoMaroni, al prefetto Francesco Paolo Tronca. La piu' attesa erail presidente del Fmi, Christine Lagarde, invitata dalpresidente della Bocconi, Mario Monti, e seduta in plateavicino all'ex premier e alla moglie Elsa. L'allarme contestazioni non ha fermato, invece, il mondodell'economia e della finanza, presente quasi al gran completo:ci sono il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, quellodell'Abi, Antonio Patuelli, e quello di Confcommercio, CarloSangalli. Per le banche c'e' Giovanni Bazoli, presidente delconsiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo e membro del cdadella Scala, nonche' i vertici di Unicredit (Federico Ghizzonie Fabrizio Palenzona) e Bpm (l'ad Giuseppe Castagna e ilpresidente Piero Giarda). Esordio alla Scala per PiergiorgioPeluso, il figlio dell'ex ministro della Giustizia, AnnamariaCancellieri, ex Fonsai e oggi direttore finanziario di Telecom;tra i piu' affezionati, invece, non sono voluti mancare ilpresidente di Generali, Gabriele Galateri, l'ex a.d. di IntesaSanpaolo Enrico Cucchiani, e ancora Luigi Roth, FrancescoMicheli e Bruno Ermolli. In sala anche il presidente di Borsaitaliana, Massimo Tononi. Tra tanto nero e il ritorno prepotente delle pellicce,rimaste per qualche anno negli armadi, le regine dei flash nelfoyer della Scala sono senza dubbio Valeria Marini, inscintillante abito color nudo, e la moglie del sovrintendentePereira, Daniela Weiser de Sosa, in bianco e oro ("Ci ho messocinque giorni per disegnare e tagliare l'abito, con unmodellista bravissimo che ho fatto arrivare dalla Colombia", haraccontato la signora, giovanissima, che studia moda e design aMilano). Immancabile, in smoking total black, il ballerinoRoberto Bolle; a catturare l'attenzione, anche la modella EvaRiccobono strizzata in un corsetto nero, la coppia Franco Tato'e Sonia Raule, il re del gossip Alfonso Signorini con GabriellaDompe'. Ultimo ad arrivare l'ex ministro Corrado Passera,entrato in platea pochi attimi prima dell'inno nazionaleinsieme alla moglie, Giovanna Salza, in lungo abito colorcarne. (AGI).