Salute: Family Smile, i giovani si interrogano sul web

(AGI) - Roma, 12 giu. - Le informazioni presenti in rete sultema "salute", meritano una riflessione approfonditasull'impatto che possono avere nella costruzione identitariadegli adolescenti, per questo e' nato il progetto"Diagno//click: quando i giovani interrogano il web perrispondere ai problemi di salute" promosso dall'AssociazioneFamily Smile con il patrocinio dell'Autorita' Garante perl'Infanzia e l'Adolescenza. Frutto di uno studio approfonditoil progetto ha lo scopo di monitorare i comportamenti, leaspettative e i condizionamenti che posso produrre le notiziepiu' o meno attendibili di salute divulgate in rete. I primi risultati saranno presentati a Roma il

(AGI) - Roma, 12 giu. - Le informazioni presenti in rete sultema "salute", meritano una riflessione approfonditasull'impatto che possono avere nella costruzione identitariadegli adolescenti, per questo e' nato il progetto"Diagno//click: quando i giovani interrogano il web perrispondere ai problemi di salute" promosso dall'AssociazioneFamily Smile con il patrocinio dell'Autorita' Garante perl'Infanzia e l'Adolescenza. Frutto di uno studio approfonditoil progetto ha lo scopo di monitorare i comportamenti, leaspettative e i condizionamenti che posso produrre le notiziepiu' o meno attendibili di salute divulgate in rete. I primi risultati saranno presentati a Roma il 15 giugno,presso la sede dell'Authority, Sala del Parlamentino, via diVilla Ruffo, 6 alle ore 11.00 . La salute in un click.. Verranno rese note le risposte, aiquestionari proposti, degli studenti della scuola superiore disecondo grado di 11 regioni italiane (13 Istituti superiori)per avere una fotografia attendibile di come gli adolescentinella fascia d'eta' tra i 15 e i 18 anni, cliccano in reteinformazioni riguardo: identita' personale, malattiesessualmente trasmesse, controllo del peso corporeo, dipendenzadall'alcool, omosessualita', disagi psicologici, nuove droghe enotizie mediche in generale. Il lavoro, ancora in fase sperimentale, propone strumentidi osservazione per i genitori per instaurare un dialogocostruttivo con i ragazzi sulle tematiche; dare alleIstituzioni strumenti di approfondimento per gestire le lacuneinformative in materia e come fine ultimo la realizzazione diun'applicazione (App) per adolescenti come strumento perpromuovere l'accesso ad informazioni appropriate sullequestioni relative al loro diritto alla salute. La presentazione vedra' la partecipazione:Vincenzo Spadafora, Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza;avv Andrea Catizone e avv Giada Briziarelli dell'AssociazioneFamilySmile, Roseline Ricco -psicologa- ideatrice del progettoe di alcuni dei ragazzi che hanno partecipato a questa primafase di raccolta dati e formazione all'interno di numerosiistituti scolastici superiori distribuiti su tutto ilterritorio italiano.(AGI).