Renzi: "abbassare le tasse non e' di destra, e' solo giusto"

(AGI) - Udine, 17 ott. - "Abbassare le tasse e' di destra o disinistra? Solo noi siamo capaci di fare queste discussioni.Abbassare le tasse e' giusto e basta". Lo ha detto ilpresidente del consiglio Matteo Renzi visitando la Danieli SPA. "Ci sono due anni senza elezioni. In questi due annipensiamo al bene comune. Nel 2018, se vorrete potrete mandarmia casa", ha detto il premier. "L'Italia sta viaggiando a gran velocita' ma non e' ancorasufficiente. Dopo tre anni di recessione torna la crescita,l'occupazione riprende, anche o consumi interni danno segnalidi ripresa", ha ribadito

(AGI) - Udine, 17 ott. - "Abbassare le tasse e' di destra o disinistra? Solo noi siamo capaci di fare queste discussioni.Abbassare le tasse e' giusto e basta". Lo ha detto ilpresidente del consiglio Matteo Renzi visitando la Danieli SPA. "Ci sono due anni senza elezioni. In questi due annipensiamo al bene comune. Nel 2018, se vorrete potrete mandarmia casa", ha detto il premier. "L'Italia sta viaggiando a gran velocita' ma non e' ancorasufficiente. Dopo tre anni di recessione torna la crescita,l'occupazione riprende, anche o consumi interni danno segnalidi ripresa", ha ribadito il presidente del consiglio, spiegandoche "oggi che l'Italia riparte voglio ringraziare chi non si e'mai fermato. Dico grazie a chi tiene alta la bandiera italiana.Siamo il paese in Europa in ci nascono meno bambini. bisognaintervenire sull'occupazione femminile, detrazioni fiscali,asili, bonus a chi acquista case. Con il Jobs Act il numero deimutui sono schizzati. Ma il vero problema di questi anni non e'stata la mancanza di norme. Il vero problema e' che si e' persala fiducia per il futuro". "L'investimento sulla paternita' e la maternita' - haaggiunto - non passa dalle norme ma dalla nostra capacita' diguardare con fiducia al futuro". "O siamo in condizione di investire di piu e meglio sullascuola o perdiamo la possibilita' di creacere come Paese.Vorrei sfidare a non considerare la scuola di proprieta' solodi chi ci lavora. la stabilita' da un segnale del merito: 500professori reclutati per merito e liberi dai lacci dellaburocrazia", ha detto ancora il premier.(AGI).