Re Felipe invita il Papa. Francesco, "spero di venire presto"

(AGI) - CdV, 30 giu. - Papa Francesco vuole recarsi "presto" inSpagna. Lo ha detto al re Felipe e alla regina Letizia, chehanno compiuto oggi in Vaticano il loro primo viaggio di Statodopo l'incoronazione. Al termine di un cordialissimo colloquiodi 40 minuti (cioe' piu' lungo del previsto) il giovane re sie' congedato da Bergoglio "con la speranza di rivederla inSpagna". E il Pontefice, che stava salutando Letizia, harisposto: "Spero di rivederla presto". Come e' noto nel 2015 saranno celebrati in Castiglia i 500anni della nascita di Santa Teresa d'Avila e questa potrebbe

(AGI) - CdV, 30 giu. - Papa Francesco vuole recarsi "presto" inSpagna. Lo ha detto al re Felipe e alla regina Letizia, chehanno compiuto oggi in Vaticano il loro primo viaggio di Statodopo l'incoronazione. Al termine di un cordialissimo colloquiodi 40 minuti (cioe' piu' lungo del previsto) il giovane re sie' congedato da Bergoglio "con la speranza di rivederla inSpagna". E il Pontefice, che stava salutando Letizia, harisposto: "Spero di rivederla presto". Come e' noto nel 2015 saranno celebrati in Castiglia i 500anni della nascita di Santa Teresa d'Avila e questa potrebbeessere l'occasione per il viaggio di Papa Francesco. Certo e'che l'incontro di oggi e' stato caratterizzato da reciprocasimpatia tra il Papa argentino e i neo reali. Tutto e' iniziatocon una battuta che richiamava l'incontro dello scorso aprilecon i predecessori dei sovrani, re Juan Carlos e la reginaSofia. Infatti quando Francesco, nella sala del Tronetto, hafatto il gesto di lasciar entrare nella biblioteca privata perprimi Felipe e Letizia, il re ha detto: "i chierichetti passanoavanti" utilizzando le parole che rancesco aveva detto a JuanCarlos che due mesi fa voleva cedere il passo al Pontefice. EBergoglio - che non dimentica ma nulla - ha risposto: "questoglielo ha detto suo padre". Il clima disteso e rilassato e'stato poi commentato da Francesco con il fatto che oggi "e'l'ultimo giorno di udienze prima della pausa estiva". Alloscambio dei doni, re Felipe ha illustrato al Papa lariproduzione anastatica di un libretto scritto da un gesuitaaragonese del '600, "Manual de prudencia". Infine Francesco hacompiuto un gesto inedito quando si e' accorto che il fotograforeale sarebbe rimasto senza rosario perche' quelli preparatiper il seguito non sarebbero bastati, e allora si e'allontanato verso un angolo della sala pre prenderne un altrodall'armadio. (AGI).