Rapina in villa a Catania, anziano massacrato a bastonate

(AGI) - Catania - Brutale omicidio la scorsa notte aBiancavilla, nel Catanese, dove un anziano e' stato colpito abastonate alla testa  

Rapina in villa a Catania, anziano massacrato a bastonate

(AGI) - Catania, 27 ago. - Brutale omicidio la scorsa notte aBiancavilla, nel Catanese, dove un anziano e' stato colpito abastonate alla testa da due uomini che lo hanno sorpreso nelsonno per rapinarlo.

L'uomo, Alfio Longo, 67 anni, era a lettocon la moglie nella sua abitazione di contrada Crocefissoquando gli assassini lo hanno ucciso a mazzate. L'uomo eraun elettricista in pensione, senza problemi economici ma nonparticolarmente agiato. Secondo quanto hanno ricostruito icarabinieri in base alla testimonianza della moglie, ElsaIngrassia, i due aggressori erano a volto coperto e sonoentrati da una porta sul retro.

I due sconosciuti, che aparentemente non eranoarmati, hanno costretto la donna a legare il marito sul letto,poi hanno legato lei a un divano. Quindi, usando una violenzache per gli investigatori e' difficilmente spiegabile, hannopreso un grosso ciocco di legna da ardare trovatonell'abitazione e con quello hanno sfondato il cranio di AlfioLongo. I malfattori hanno portato via gioielli per un valore daquantificare e 400 euro in contante. Erano incappucciati eindossavano entrambi guanti in lattice.

Il primo ad accorrere e' stato un vicino di casa, GiuseppeAmato: "Mancavano 5 minuti all 5 quando ho sentito gridare lamia vicina di casa, sono andato da lei e l'ho trovata inlacrime. Diceva che due persone l'avevano rapinata e avevanoucciso il marito", ha detto Amato. "E' un fatto che cipreoccupa", ha aggiunto l'uomo, allarmato, come altri abitantidella zona, dalla violenza dei rapinatori. "Conoscevo Longo datanti anni, era una persona sempre disponibile", ha affermatoancora il vicino.

Il prefetto di Catania ha convocato unariunione urgente del comitato provinciale per l'ordine e lasicurezza, dopo l'omicidio del pensionato. Lo rende noto il sindaco del paese, Giuseppe Glorioso. "Lanostra citta' -afferma Glorioso- e' stata colpita al cuore. Unatto di efferata violenza che Biancavilla condanna confermezza. Ho gia' espresso il cordoglio e la vicinanza dellacomunita' alla moglie della vittima. Siamo increduli, maconfidiamo nell'operato delle forze dell'ordine. Gia'pomeriggio, alle 17, e' convocato il comitato per l'ordine e lasicurezza, a Catania". (AGI)