Pierrel: banche finanziatrici approvano rimodulazione indebitamento del Gruppo

Le banche finanziatrici approvano la rimodulazionedell'indebitamento del gruppo PIERREL.Capua, 2 marzo 2015 ' Pierrel S.p.A. (la "Societa'") comunica che Banca Popolare diMilano S.c.ar.l., UniCredit S.p.A. e Banca Nazionale del LavoroS.p.A. (le "Banche Finanziatrici") hanno approvato larimodulazione dell'indebitamento del Gruppo Pierrel (il"Gruppo") per complessivi Euro 17,5 milioni.In particolare, leBanche Finanziatrici hanno accettato la proposta dirimodulazione del debito che prevede (i) il pagamento di circail 60% del debito complessivo a decorrere dal mese di giugno2015 fino al mese di giugno 2021, mediante il pagamento ditrimestralita' crescenti su base annuale; (ii) il pagamento

Le banche finanziatrici approvano la rimodulazionedell'indebitamento del gruppo PIERREL.Capua, 2 marzo 2015 ' Pierrel S.p.A. (la "Societa'") comunica che Banca Popolare diMilano S.c.ar.l., UniCredit S.p.A. e Banca Nazionale del LavoroS.p.A. (le "Banche Finanziatrici") hanno approvato larimodulazione dell'indebitamento del Gruppo Pierrel (il"Gruppo") per complessivi Euro 17,5 milioni.In particolare, leBanche Finanziatrici hanno accettato la proposta dirimodulazione del debito che prevede (i) il pagamento di circail 60% del debito complessivo a decorrere dal mese di giugno2015 fino al mese di giugno 2021, mediante il pagamento ditrimestralita' crescenti su base annuale; (ii) il pagamento deldebito residuo - orientativamente pari al 40% del debitocomplessivo - in un'unica soluzione (Bullet) al 31 dicembre2021, con possibilita' di rinegoziarne i termini medianterichiesta da inoltrare entro il 31 dicembre 2020; e (iii) ilpagamento degli interessi sospesi in tre rate costanti entro il31 dicembre 2015.La sottoscrizione degli accordi modificatividei contratti di finanziamento in vigore, inclusol'aggiornamento di alcuni covenant finanziari, nonche' delladocumentazione legale connessa, e' prevista nelle prossimesettimane. L'accordo con le Banche Finanziatrici prevede,altresi' , il rafforzamento patrimoniale della Societa' daeseguire mediante un aumento di capitale, sulla cui tempisticae sulle cui modalita' il mercato verra' tempestivamenteinformato, per un ammontare ed un numero di azioni complessivitali da consentire di beneficiare, ai sensi della normativavigente, dell'esenzione dalla pubblicazione del prospettoinformativo, nonche' l'impegno dell'azionista di maggioranzaFin Posillipo S.p.A. a sottoscrivere integralmente la quota dipropria competenza del predetto aumento di capitale. A talproposito si comunica che l'azionista di maggioranza ha gia'informalmente manifestato la propria disponibilita' in talsenso.Il dott. Fulvio Citaredo, amministratore delegato edirettore generale corporate della Societa', ricorda che: "ilprocesso di ristrutturazione, razionalizzazione e rilancio delGruppo prevedeva il raggiungimento di alcuni obiettivistrategici tra i quali la riduzione dei costi di struttura,l'efficientamento delle attivita' produttive, la crescita ed ilconsolidamento commerciale dell'anestetico dentale OrablocA�,l'ottenimento di nuove ulteriori registrazioni dell'anesteticoOrablocA� in paesi europei ed extraeuropei - oltre che inquelli nordamericani -, la realizzazione di un'aggregazioneindustriale tra la precedente Divisione Ricerca del GruppoPierrel, facente capo alla ex Pierrel Research International AG' oggi fusa in THERAMetrics holding AG, le cui azioni sonoquotate sulla SIX Swiss Exchange ' con azienda operante nelpre-clinico in silico, e la rimodulazione dell'indebitamentofinanziario del Gruppo".Il dott. Citaredo prosegue:"L'accoglimento della proposta di rescheduling segna, quindi,il completamento del turn around e getta le basi per l'avvio diuna seconda fase impostata sulla crescita strategica per lacontinua affermazione delle specialita' prodotte e dei devicesin fase di lancio. A questa nuova fase Pierrel puo' oraguardare con maggiore serenita' e fiducia". .