Papa: i malati sono la forza della Chiesa

(AGI) - CdV, 14 dic. - Durante la visita alla parrocchia di SanGiuseppe all'Aurelio, Papa Francesco ha salutato uno ad uno 61infermi che con i loro accompagnatori lo attendevano nellaattigua Cappella della Casa Generalizia degli oblati di SanGiuseppe. "Grazie - ha detto loro - per la pazienza e l'amoreche offrite alla Chiesa. Siete voi la forza della Chiesa.Andate avanti con la pace e la gioia del Signore". Nelcorridoio che separa la Curia Generalizia dagli edificiparrocchiali, Francesco ha poi salutato 20 religiosi oblati."Qui siamo in maggioranza del secolo scorso ma dobbiamoguardare

(AGI) - CdV, 14 dic. - Durante la visita alla parrocchia di SanGiuseppe all'Aurelio, Papa Francesco ha salutato uno ad uno 61infermi che con i loro accompagnatori lo attendevano nellaattigua Cappella della Casa Generalizia degli oblati di SanGiuseppe. "Grazie - ha detto loro - per la pazienza e l'amoreche offrite alla Chiesa. Siete voi la forza della Chiesa.Andate avanti con la pace e la gioia del Signore". Nelcorridoio che separa la Curia Generalizia dagli edificiparrocchiali, Francesco ha poi salutato 20 religiosi oblati."Qui siamo in maggioranza del secolo scorso ma dobbiamoguardare avanti con speranza", ha scherzato il Papa riferendosiall'eta' avanzata di alcuni dei presenti. Questeconsiderazioni, Papa Francesco le ha proposte 60 coppie digenitori che, con i loro neonati battezzati nell'anno, loattendevano in una sala della parrocchia. "E' bello - haosservato - vedere dei bambini, ci portano al futuro. Sono ilseme del futuro". "Certe volte - ha aggiunto - voi trasmettetei vostri desideri ai bambini, invece dovete pregare:'Custodisci Signore il mio bambino per il suo futuro. Diamoloro la fiaccola della fede". Il Papa ha raccomandato ai papa' e alle mamme di ricordaresempre ai figli la data del loro battesimo. E ha aggiunto: "Vifarei una domanda, se non temessi di mettervi in imbarazzo:'quanti si ricordano il giorno del battesimo? Io sono statobattezzato - ha concluso - 8 giorni dopo la mia nascita, cioe'a Natale". (AGI).