Cronaca

In Italia 10.544 casi Covid e 48 morti. Tasso di positivià al 2%

 Ancora in crescita i ricoveri: le terapie intensive sono 9 in più (nella giornata di giovedì erano 17 in più) con 39 ingressi del giorno (il totale sale a 512), mentre i ricoveri ordinari sono 57 in più e sono 4.145 in tutto. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute

I contagi tra gli infermieri sono più che raddoppiati in un mese

I contagi tra gli infermieri sono più che raddoppiati in un mese

In un solo mese, da ottobre a novembre, è stato registrato un aumento di oltre il 130 per cento, portando il totale dei professionisti infetti da inizio pandemia a oltre 121mila. Si fa largo la richiesta per rendere obbligatoria la terza dose per la categoria

In Italia ci sono più di 27 milioni di televisori da rottamare

In Italia ci sono più di 27 milioni di televisori da rottamare

Quasi sei milioni di apparecchi (il 13,2% del totale) si possono quasi considerare oggetti di antiquariato perchè acquistati più di 10 anni fa; ci sono, poi, 12 milioni di televisori per cui non è risultato possibile risalire alla data d'acquisto

La maggior parte dei ricoverati in terapia intensiva non è vaccinata

"La protezione contro il Covid cala con il tempo, in particolare nel prevenire il contagio e la malattia lieve, ma resta contro le malattie gravi. Non viene azzerata" ha detto Marco Cavaleri, capo della strategia vaccinale dell'Agenzia europea per il farmaco

Bisnonno di 97 anni è l'unico testimone della strage di Sassuolo

Il tunisino Nabil Dhari, dipendente di un discount, ha ucciso l'ex compagna Elisa Mulas, 43 anni, di origine sarda, da cui si era separato, i figli di due e cinque anni e la suocera 64enne Simonetta Fontana. Sotto protezione l'altra figlia di 11 anni che si trovava a scuola

È tornato il bel tempo, ma durerà poco

La svolta arriverà da venerdì quando l'anticiclone delle Azzorre comincerà a estendersi su tutto il Paese garantendo una giornata asciutta, ma con molte nubi e il ritorno di una pericolosa insidia: la nebbia

La scuola di violenza dei no vax sui social 

Gli investigatori hanno scoperto una vera e propria associazione segreta, i cui  appartenenti erano indotti "a compiere azioni di vandalismo ai danni di centri vaccinali, ad intralciare e sabotare la campagna di vaccinazione e a pubblicare, in maniera coordinata e ad orari prestabiliti, tramite account falsi, post denigratori che prendevano di mira politici, infettivologi e giornalisti"