agi live
Per diagnosticare il Covid presto si useranno tamponi cutanei

Per diagnosticare il Covid presto si useranno tamponi cutanei

Dall'Università del Surrey uno studio sulle variazioni del sistema immunitario riscontrabili nelle cellule sebacee. I test cutanei hanno mostrato risultati "soprendentemente efficaci"

diagnosi covid tamponi cutanei

© Mirco Toniolo Errebi / AGF - Test per la diagnosi del Covid

AGI - I tamponi cutanei sono risultati 'sorprendentemente efficaci' nell'identificare l'infezione da Covid-19, all'analisi del team di ricerca dell'Università del Surrey, in Gran Bretagna. Questo risultato, se confermato da ulteriori studi, offre la strada per futuri test non invasivi per il Covid-19.

Ai fini dello studio i ricercatori del Surrey hanno utilizzatotamponi non invasivi per il corpo sebo, una sostanza cerosa prodotta dalle cellule sebacee del Covid, da 83 pazienti ricoverati, ad quali dei è stato diagnosticato.

Il team ha anche raccolto campioni di sangue e saliva. È stato scoperto che il Covid -19 cambia in modo significativo la composizione dei lipidi (grassi e oli) dei biofluidi come il sangue o il sebo.

Misurando i cambiamenti nei lipidi e in altri metaboliti dei campioni, il team di ricerca ha osservato che (con un punteggio di 1,0 che è  il più  accurato e sensibile) i campioni di sangue hanno ottenuto un punteggio di 0,97. I tamponi cutanei hanno ottenuto un punteggio di 0,88 e, infine, i test salivari hanno ottenuto un punteggio di 0,80.

Matt Spick, coautore e ricercatore presso l'Università  del Surrey, ha commentato: "La nostra ricerca suggerisce che il sebo della pelle risponde ai cambiamenti del sistema immunitario nei pazienti con Covid-19 . In effetti, crediamo che la malattia possa alterare l' equilibrio naturale attraverso l'intera gamma di sistemi biologici, la pelle, la salute dell'apparato digerente e altri  .

La ricerca è  stata pubblicata su Scientific Reports.