Caos maltempo in Liguria, allagamenti e strade chiuse

Caos maltempo in Liguria, allagamenti e strade chiuse

Nella Valle Stura sono caduti oltre 600 millimetri d'acqua in 12 ore, e 540 nel Savonese. Interrotte alcune tratte ferroviarie e chiuso un seggio elettorale in provincia di Savona

maltempo liguria allagamenti strade chiuse

Torrente Letimbro esondato a Savona 

AGI - La Liguria è nella morsa della prima ondata di maltempo autunnale: piogge intense, frane e allagamenti hanno flagellato in particolare la riviera di Ponente.

L'autostrada Savona-Torino è stata chiusa e poi riaperta e l'allerta rossa su Genova e il Savonese durerà fino alle 6 di domani mattina per il timore di nubifragi e venti forti.

Il presidente della Regione, Giovanni Toti, ha riferito che nella Valle Stura sono caduti oltre 600 millimetri d'acqua in 12 ore, e 540 nel Savonese, una quantità pari alla metà delle precipitazioni annuali. "Purtroppo, il piatto forte deve ancora arrivare", ha avvertito.

Savona è la provincia più colpita

La provincia più colpita è quella di Savona con allagamenti sia in città che nell'entroterra, oltre alla Valle Stura, a cavallo tra le province di Genova e Alessandria, dove c'è stata una frana a Rossiglione. L'esondazione in più punti del torrente Erro ha alluvionato il comune di Pontinvrea.

Cinque nuclei familiari sono stati evacuati a scopo precauzionale. È straripato anche il Bormida in tre punti tra cui il paese di Cairo, con alcune strade allagate e inagibili, e il Letimbro in zona Santuario.

Il tratto della A6 Torino-Savona tra Ceva e il bivio della A6/A10 è stato chiuso e poi riaperto. È stata invece prolungata la chisura del tratto della A26 Masone-Ovada in direzione nord e di diverse strade provinciali del Savonese.

In via precauzionale è stata sospesa anche la circolazione dei treni sulla linea Savona-Torino via Ferrania e via Altare tra le stazioni di Savona e San Giuseppe per il rischio frane.

Chiuso un seggio elettorale nel Savonese

Un seggio elettorale del Savonese, nella frazione di Santuario, sulle alture della Città della Torretta, è stato chiuso per alcune ore ed è a rischio slittamento persino lo spoglio delle schede per le comunali del capoluogo Savona.

A Genova ci sono state decine di chiamate ai vigili del fuoco per tegole cadute, alberi pericolanti, allagamenti in vari quartieri.

In mattinata il capoluogo è stato risparmiato dai nubifragi e il sindaco Mario Bucci si è scusato per la decisione di chiudere le scuole, basata sulle previsioni. Domani le scuole resteranno chiuse a La Spezia.