agi live
Stanziati 270 milioni per l'edilizia scolastica leggera e affitto di spazi

Stanziati 270 milioni per l'edilizia scolastica leggera e affitto di spazi

Lo ha annunciato il ministro Bianchi. In particolare 200 mln serviranno per interventi nelle classi e all'interno delle strutture scolastiche, altri 70 mln per l'affitto di spazi didattici

scuola edilizia leggera affitto spazi

© Serena Campanini/Agf -  Scuola

AGI - Via libera a finanziamenti specifici, destinati agli Enti locali, per lavori di edilizia leggera e affitto di spazi in vista della ripresa delle lezioni per l'anno scolastico 2021/2022. In particolare, il ministero dell'Istruzione ha pubblicato un Avviso che prevede 270 mln di euro: 200 mln serviranno per interventi di edilizia leggera nelle classi e all'interno delle strutture scolastiche, altri 70 mln, stanziati con il decreto sostegni bis, per l'affitto di spazi didattici per fronteggiare l'emergenza epidemiologica.

"Consentire a studentesse e studenti di rientrare a scuola in presenza e in sicurezza è un obiettivo prioritario del Governo, lo è fin dal nostro insediamento - dichiara il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi -. Guardando ai numeri, da febbraio, in pochi mesi, abbiamo assegnato agli Enti locali oltre 3,1 miliardi per l'edilizia scolastica e destinato oltre 2 miliardi alla ripresa in sicurezza". 

Un segnale di attenzione al territorio

"Con l'Avviso che abbiamo pubblicato - prosegue il Ministro - stiamo dando un ulteriore segnale concreto di attenzione ai territori e dell'impegno del Governo per la ripresa a settembre in presenza, con una novità: le risorse per gli affitti e per l'edilizia leggera saranno distribuite con un parametro preciso, tenendo conto, cioè, delle scuole con aule dove si concentra un maggior numero di alunni, quelle classi numerose che vogliamo ridurre e rispetto alle quali stiamo mettendo a punto uno specifico piano che parte anche dall'edilizia scolastica e arriva fino al Pnrr".

"Insieme ai 400 milioni stanziati dal decreto sostegni bis per gli incarichi temporanei di personale ATA e docente, in particolare per il potenziamento degli apprendimenti, le risorse per gli spazi rappresentano un ulteriore passo nella direzione di una ripresa in presenza e in sicurezza", conclude il Ministro.

Più risorse per gli Enti locali

Maggiori risorse saranno garantite, dunque, agli Enti locali sui cui territori sono presenti scuole con un più elevato numero di alunni. Ad esempio, a Comuni, Province, Città metropolitane ed Enti di decentramento regionale con popolazione scolastica oltre i 100.000 studenti sarà assegnato fino a un massimo di 2.000.000 di euro per affitti e noleggi e fino a 1.000.000 di euro per i lavori. Saranno redatte tre diverse graduatorie: per gli affitti e relative spese di conduzione; per i noleggi e relative spese di conduzione; per i lavori di messa in sicurezza e adeguamento degli spazi e delle aule. Le candidature, aperte il 6 agosto, potranno essere presentate sulla pagina dedicata https://www.istruzione.it/edilizia_scolastica/fin-avvio-annoscolastico-2020-2021.shtml entro le ore 15.00 del 13 agosto 2021.