Brusaferro: "In Italia continua la  lenta decrescita del virus" 

Brusaferro: "In Italia continua la  lenta decrescita del virus" 

"L'età mediana alla diagnosi è in lieve riduzione, da 41 a 40 anni, ogni settimana scendiamo di circa un anno"

brusaferro lenta decrescita virus

Silvio Brusaferro
 

AGI - "In Europa la mappa si sta schiarendo, in tutti i Paesi le curve sono stabili o in lenta decrescita. Anche il nostro Paese mostra una progressiva decrescita, lenta ma continua, in tutte le Regioni". Lo ha detto il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, al punto stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio settimanale. 

"L'età mediana alla diagnosi è in lieve riduzione, da 41 a 40 anni, ogni settimana scendiamo di circa un anno. Per il primo ricovero lo stesso, scende da 65 a 64 anni" ha aggiunto Brusaferro.

 "Al crescere della copertura vaccinale negli over 80 decresce in maniera molto significativa il numero dei casi sintomatici. Anche il tasso di ospedalizzazione è strettamente correlato al crescere della percentuale di vaccinati tra gli over 80. Al crescere delle vaccinazioni decresce anche la mortalità" ha proseguito.

 "In tutte le regioni la probabilità di saturazione dei posti letto a 30 giorni è piuttosto bassa, un elemento rassicurante anche nel medio periodo".