Dall'Etna spettacolo continuo con esplosioni e colonne laviche

Dall'Etna spettacolo continuo con esplosioni e colonne laviche

La fontana di lava ha raggiunto i 500 metri, mentre il getto verticale di frammenti di magma, ceneri, gas, ha raggiunto l'altezza di 12 chilometri

etna esplosioni e fontana di lava 

© Ingv - L'Etna in costante attività

AGI - Lo spettacolo non si ferma sull'Etna. L'attività stromboliana al cratere di sud-est, dopo i 'movimenti' notturni - è gradualmente aumentata. Contemporaneamente, si è registrata un'attività di spattering - con brandelli di magma che vengono lanciati fino a qualche centinaio di metri di altezza per poi cadere al suolo - alla bocca posta alla base del cratere di sud-est, con una fontana di lava che ha raggiunto i 500 metri e che continua ad alimentare una colata che si riversa nella valle del Bove.

La colonna eruttiva, con un getto verticale di frammenti di magma, ceneri, gas, ha raggiunto l'altezza di 12 chilometri. L'attività effusiva rimane nella valle del Bove con la colata ben alimentata. 

Numero e ampiezza degli eventi infrasonici restano elevati e localizzati nello stesso cratere, spiega l'Osservatorio etneo dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Persiste un'attività esplosiva alla Voragine con una evidente emissione di cenere e un degassamento sostenuto al cratere di nord-est.

Contestualmente, si è osservato un ulteriore graduale aumento dell'ampiezza del tremore vulcanico, la cui sorgente è localizzata in corrispondenza del cratere di sud-est a quasi 3 mila metri.