La villa appartenuta a Modugno in vendita a Lampedusa

La villa appartenuta a Modugno in vendita a Lampedusa

Il papà di "Volare" negli anni Settanta acquistò un rudere che si affacciava sulla spiaggia dei Conigli, facendone una splendida abitazione, circondata da un grande giardino tra palme e bouganville

vendita villa Modugno Lampedusa

Lampedusa

Nel blu dipinto di blu. Va bene per il cielo, ma anche per il mare... se si tratta di volare, oppure di nuotare. Da questo lembo straordinario di Lampedusa dove aveva tirato su casa, Domenico Modugno poteva fare tutto, un tuffo e un volo nella bellezza assoluta, in questa frontiera che è porta girevole tra Europa e Africa.

Adesso la villa appartenuta al papà di "Volare" è in vendita. Il cantautore pugliese di nascita, siciliano per passione ed energia, negli anni '70 acquistò un rudere che si affacciava sulla spiaggia dei Conigli, facendone una splendida abitazione, con murature esterne in pietra a vista.

La spiaggia dei Conigli è una delle più conosciute e più belle. La villa si trova all'interno della riserva naturale dell'isola, area caratterizzata da un altissimo valore paesistico e ambientale, di fronte a una delle porzioni sabbiose più belle del Mediterraneo, alla quale si accede direttamente.

La villa è costituita da due corpi con una superficie di circa 220 metri. E' in buone condizioni, assicura il sito specializzato Casa.it, con pavimenti in cotto, porte interne in legno. E' circondata da un giardino di circa mille metri quadri, con palme, bouganville, agavi e altre essenze tipiche della macchia mediterranea. 

Soprattutto è stata di Modugno che in quel mare azzurro ha allungato fino all'ultimo bracciate, quasi a volere allungare un'esistenza che il 6 agosto 1994 proprio a Lampedusa terminò. Il mare, in fondo, è un orizzonte infinito. E c'è chi sente ancora quelle note e quei versi siciliani incalzanti che testimoniano l'amore per una terra e la vita che esprime: "Pigghia la fiocina accidilu accidilu accidilu ahh... Chist'è 'na storia d'un pisci spada. Storia d'amuri...".