Milano: centri sociali bloccano la strada, ancora tensione

(AGI) - Milano, 18 nov. - Un centinaio di persone, traantagonisti, attivisti per il diritto alla casa e cittadini delquartiere stanno bloccando a Milano via dei Cinquecento, allaperiferia della citta', per protesta contro gli sgomberi deicentri sociali e delle case popolari della zona. Il movimentoha eretto un gazebo e indetto un assemblea per le 17 di oggi,ma dopo i tafferugli di stamattina la situazione rimane tesa:all'incrocio con via Ravenna, dove si trovano i centri sociali"Corvaccio" e "Rosa Nera" sgomberati stamattina, e' statodisposto un vasto schieramento di forze dell'ordine in assettoantisommossa.

(AGI) - Milano, 18 nov. - Un centinaio di persone, traantagonisti, attivisti per il diritto alla casa e cittadini delquartiere stanno bloccando a Milano via dei Cinquecento, allaperiferia della citta', per protesta contro gli sgomberi deicentri sociali e delle case popolari della zona. Il movimentoha eretto un gazebo e indetto un assemblea per le 17 di oggi,ma dopo i tafferugli di stamattina la situazione rimane tesa:all'incrocio con via Ravenna, dove si trovano i centri sociali"Corvaccio" e "Rosa Nera" sgomberati stamattina, e' statodisposto un vasto schieramento di forze dell'ordine in assettoantisommossa. I manifestanti intonano slogan contro Aler, polizia ecarabinieri, e anche contro la stampa. "200 sgomberi - 200barricate - diffondiamo solidarieta' - Aler, racket, razzisti,polizia fuori dai quartieri" recita lo striscione innalzato dalpresidio. "I poliziotti hanno sparato fumogeni e quando vengonoa sgomberare spaccano i sanitari, perche' cosi' la casa diventainagibile, - dice un abitante della zona, sceso in piazza colvolto coperto da sciarpa e cappuccio - perche' Pisapia oSalvini non vengono a farsi un giro da queste parti?". (AGI).