Con il Natale sono tornati gli sbarchi di migranti

Nella notte del 25, 255 persone sono state soccorse nel Mediterraneo in tre operazioni coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma

Con il Natale sono tornati gli sbarchi di migranti

Con le feste natalizie torna l'emergenza migranti nel Mediterraneo: 255 persone sono state soccorse nella notte nel Mediterraneo in tre operazioni coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti erano a bordo di un gommone e due barchini e sarebbero partiti dalla costa libica prima dell'arrivo delle burrasche nel canale di Sicilia attese per i prossimi giorni. L'allarme è scattato intorno all'una di notte, dopo l'sos lanciato da una delle imbarcazioni che si trovava nel Canale di Sicilia, a nord di Tripoli (RaiNews).

Ad eseguire le operazioni di salvataggio sono stati un'unità inserita nel dispositivo Eunavfor Med e una nave della Ong Proactiva Open Arms che ha raccolto da un gommone 134 persone, tra cui sette bambini e altri 29 minorenni. Il coordinatore di Open Arms, Oscar Camps, ha twittato: "Nessuno riposa mentre ci sono vite alla deriva, è inverno, ci sono bambini e ogni minuto conta".


Dalle prime notizie sembra che i migranti soccorsi siano originari per lo più di Pakistan, Sudan e Bangladesh. Le persone soccorse da Open Arms saranno trasferite sulla nave Aquarius di Sos Mediterranee e poi dovrebbero esser portate a Pozzallo, in Sicilia, prima dell'arrivo del maltempo (Corriere della Sera).



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it