Migranti: l'Italia assegna un porto sicuro alla Alan Kurdi

La nave della Ong "Sea Eye" sbarcherà a Pozzallo. Così ha deciso il Viminale considerando le condizioni a bordo dell'imbarcazione

migranti alan kurdi porto sicuro
CREDITFABIAN HEINZ / SEA-EYE.ORG / AFP 
Sea Eye, Alan Kurdi 

La nave Alan Kurdi, della Ong 'Sea Eye', sbarcherà a Pozzallo. Lo rende noto il Viminale sottolineando che "la decisione di assegnare il porto sicuro è stata assunta tenendo conto della presenza a bordo di migranti in condizioni di vulnerabilità, per alcuni dei quali è stata anche chiesta l'evacuazione medica".

L'arrivo è previsto per domani mattina alle otto. A bordo ci sarebbero 5 donne, tra cui una all'ottavo mese di gravidanza, e 10 bambini, il più piccolo dei quali ha sei mesi. La Commissione europea ha già avviato, su richiesta dell'Italia, la procedura per il ricollocamento dei migranti sulla scorta del pre-accordo di Malta. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it