Maire Tecnimont: utile dell'esercizio a 50, 6 milioni (+443%)

Il Consiglio di Amministrazione di Maire Tecnimont S.p.A. haesaminato e approvato in data odierna il Progetto di Bilanciodi Esercizio ed il Bilancio Consolidato di Gruppo 2014.Risultati economici consolidati al 31 dicembre 2014 I Ricavidel Gruppo Maire Tecnimont ammontano a 1.583,2 milioni, inincremento del 5,7%. Il fatturato del 2013 includeva circa114,4 milioni riferiti alle commesse Cociv e Metro Copenhagen,che sono state dismesse nel corso del 2013. Al netto di talicomponenti, si registra un incremento dei ricavi pari al 14,4%.Il Business profit e' pari a 210,3 milioni, in aumento del21,7% (escludendo le

Il Consiglio di Amministrazione di Maire Tecnimont S.p.A. haesaminato e approvato in data odierna il Progetto di Bilanciodi Esercizio ed il Bilancio Consolidato di Gruppo 2014.Risultati economici consolidati al 31 dicembre 2014 I Ricavidel Gruppo Maire Tecnimont ammontano a 1.583,2 milioni, inincremento del 5,7%. Il fatturato del 2013 includeva circa114,4 milioni riferiti alle commesse Cociv e Metro Copenhagen,che sono state dismesse nel corso del 2013. Al netto di talicomponenti, si registra un incremento dei ricavi pari al 14,4%.Il Business profit e' pari a 210,3 milioni, in aumento del21,7% (escludendo le commesse di Cociv e Copenhagen), grazieall'evoluzione dei progetti in portafoglio a maggioreredditivita' ed all'impatto del progetto Bocamina. Il Marginedi Business e' pari al 13,3%, in incremento di 0,8 puntipercentuali (escludendo le commesse di Cociv e Copenhagen). Icosti generali e amministrativi sono pari a 77,7 milioni, indiminuzione di circa 1,0 milione, espressione degli effettiormai marginali della continua ricerca di abbattimento deicosti di struttura. L'EBITDA e' pari a 126,9 milioni (8,0% suiricavi), in incremento del 9,3% (+41,2% escludendo gli effettidelle commesse Cociv e Copenaghen) a seguito di quanto gia'commentato a livello di Business Profit. La voce ammortamenti,svalutazioni e accantonamenti ammonta a 23,5 milioni, indecremento di 2,7 milioni. Il Risultato Operativo (EBIT) e'pari a 103,4 milioni, in aumento del 14,9% (+40,3% escludendogli effetti delle commesse Cociv e Copenaghen). Il Risultatonetto della gestione finanziaria e' negativo per 42,0 milioni,in peggioramento di 2,2 milioni. Al netto delle svalutazioni dialcune partecipazioni immobiliari, tale risultato registra unmiglioramento di 0,4 milioni. Il Risultato ante imposte e'positivo per 61,4 milioni, a fronte del quale sono statestimate imposte per un ammontare pari a 10,7 milioni. Il taxrate effettivo e' pari a circa il 17,5% in conseguenzadell'utilizzo di perdite fiscali pregresse precedentemente nonvalorizzate. L'Utile dell'esercizio e' pari a 50,6 milioni, inmiglioramento del 443%, escludendo le commesse di Cociv eCopenhagen. La Posizione Finanziaria Netta ("PFN"), intesa comeIndebitamento Finanziario Netto, e' pari a 365,0 milioni,rispetto ai 332,3 milioni al 31 dicembre 2013. Il PatrimonioNetto Consolidato ammonta a 93,7 milioni, in aumento di 58,5milioni rispetto al 31 dicembre 2013. La variazione e'principalmente riconducibile al risultato dell'esercizio eall'iscrizione della componente "equity" del Prestitoobbligazionario convertibile pari a circa 7 milioni. Andamentoeconomico per Business Unit BU Technology, Engineering &Construction I ricavi ammontano a 1.449,0 milioni, in aumentodel 21,1%. Tale variazione e' principalmente riconducibileall'avanzamento delle nuove acquisizioni. Il Business Profitammonta a 215,0 milioni, in aumento del 27,5%, equivalente adun Margine di Business del 14,8%. L'EBITDA ammonta a 138,2milioni (9,5% sui ricavi), in aumento del 45,4%. BUInfrastrutture & Ingegneria Civile I ricavi ammontano a 134,2milioni, in diminuzione del 55,4%. Tale variazione e'principalmente riconducibile alle gia' indicate cessioni dellecommesse Cociv e Metropolitana Copenhagen. Al netto di questedue commesse, la diminuzione dei ricavi e' del 28,2%. IlBusiness Profit e' negativo e pari a -4,7 milioni, contro i 4,2milioni del 2013 al netto delle commesse Cociv e MetroCopenhagen. Il Margine di Business e' negativo e pari a -3,5%.L'EBITDA risulta essere negativo e pari a -11,3 milionirispetto ad un valore negativo per 5,2 milioni (2013proforma).Acquisizioni e Portafoglio Ordini Nel corso del 2014,l'attivita' commerciale del Gruppo ha generato una raccolta dinuovi ordini per 2.775,8 milioni, in aumento di 1.601,8 milioni(+136%) rispetto al 31 dicembre 2013. In particolare rientranonei nuovi ordini: l'importante progetto di Al Dabb'iya (AbuDhabi) per il cliente ADCO - Abu Dhabi Company for Onshore OilOperations, per un valore pari a circa USD2,3 miliardi,l'espansione Fase II della raffineria di Sonara in Camerun, perun valore pari a circa 456 milioni e il progetto Refinery OffGas (ROG) per la raffineria Total di Anversa, per un valorepari a circa 193 milioni. Il Portafoglio Ordini al 31 Dicembre2014 e' pari a 4.951,5 milioni, in forte aumento (+42%)rispetto al 31 dicembre 2013 quando era pari a 3.482,0 milioni.Fatti di rilievo successivi al 31 dicembre 2014 In data 30gennaio 2015, Maire Tecnimont S.p.A. ha annunciato che le suecontrollate Tecnimont, Tecnimont Chile e Tecnimont do Brasilhanno sottoscritto insieme ai partners di consorzio SES e SESChile (Gruppo SES), una transazione generale e definitiva dicomune soddisfazione con la controparte Endesa Chile inrelazione al contratto EPC per la realizzazione del progettoBocamina II in Cile, sottoscritto il 25 luglio 2007. L'incassodi competenza del Gruppo Tecnimont, pari a circa USD139,4milioni comprensivo dell'IVA, come concordato con lacontroparte, e' atteso entro e non oltre il 6 aprile 2015. Indata 5 febbraio 2015, Maire Tecnimont S.p.A. ha annunciato diaver ricevuto un'offerta vincolante per l'acquisto della quotadi maggioranza, pari al 66%, del capitale sociale di BiOlevanoS.r.l. (BiOlevano), proprietaria della centrale a biomassalocalizzata a Olevano Lomellina, da una cordata di imprenditoriitaliani. La transazione, dalla quale si attende un incassocomplessivo di circa 80 milioni, prevede: un incasso al closingdi un ammontare pari a circa 56 milioni, comprensivo delripagamento dei crediti vantati da societa' del gruppo MaireTecnimont, una quota di 6 milioni da corrispondere in tre annidalla data del closing, nonche' un'ulteriore quota di circa 'i' 18 milioni soggetta al soddisfacimento di alcune condizioni.Il closing dell'operazione e' previsto entro il 31 marzo 2015.In data 12 marzo 2015, Tecnimont S.p.A. in consorzio conArchirodon ha firmato un contratto EPC con ABU DHABI GASLIQUEFACTION COMPANY LTD. (ADGAS) per la realizzazione delPackage 1 IGD Expansion Project, ad Abu Dhabi, EAU. Il valorecomplessivo del progetto e' pari a circa USD 490 milioni, dicui circa USD 225 milioni (46% del valore complessivo) dicompetenza del Gruppo Maire Tecnimont. Tecnimont e' il leaderdella partnership. Il completamento e' atteso entro 40 mesi apartire dalla data esecutiva, e precisamente il 17 febbraio2015. Evoluzione prevedibile della gestione Alla luce deirisultati positivi e della raccolta di nuovi ordini conseguitinel corso del 2014 si prevede il mantenimento di unamarginalita' positiva anche per il 2015. Tale obiettivocontinuera' ad essere conseguito anche grazie alle attivita' adelevato contenuto tecnologico, in coerenza con l'orientamentostrategico del Gruppo. In dettaglio, il Gruppo prevedel'acquisizione nei prossimi trimestri di nuovi ordini nel corebusiness, a conferma dell'avvenuto riposizionamento industrialeche ha gia' generato nuove commesse nel 2014 e nei primi mesidel 2015. Nel settore del Licensing si prevede una crescitadelle attivita', che porteranno alla registrazione di alcuninuovi brevetti industriali, ed in parallelo una piu' ampiacommercializzazione di tecnologie proprietarie. Nel dettagliolo sviluppo della gestione del 2015 e' in linea con ipresupposti strategici del Gruppo che si basano su unconsolidamento delle attivita' tradizionali EPC, con unamaggiore attenzione alle componenti E ed EP ed un'opportunaleva sul valore delle tecnologie e delle attivita' di serviceal cliente, attraverso lo sfruttamento delle competenzedistintive che hanno contraddistinto costantemente ilposizionamento del Gruppo sul mercato. Il Gruppo, inoltre,continua a perseguire una politica di contenimento dei costi inlinea con i risultati positivi gia' conseguiti nel 2013 e nel2014. La BU Infrastrutture & Ingegneria Civile prosegue nelprocesso di turnaround avviato nel corso dell'esercizioprecedente e continuato nel 2014, attraverso un percorso diriconfigurazione delle strutture aziendali al fine sia diaumentarne la capacita' di adattamento alla variabilita' deivolumi di produzione che di consentirne una piu' elevatafocalizzazione e capacita' di risposta alla domanda di servizidi ingegneria. Inoltre il Gruppo Maire Tecnimont prevede chenel corso delle prossime settimane si concretizzino gli incassilegati alla transazione per il progetto Bocamina e alla venditadella centrale di Biolevano, nonche' conseguenti allafinalizzazione di un'operazione di finanziamento contratto daStamicarbon e connessa alla successiva valorizzazione di unaquota di minoranza della stessa, tramite una operazione dimercato destinata a investitori finanziari. La combinazionedelle operazioni sopra descritte consentira' di finalizzareun'operazione di rifinanziamento complessivo del debitobancario esistente, una significativa riduzione del debitobancario a medio-lungo termine, nonche' un deciso miglioramentodei termini e condizioni a valere sul debito residuo. CorporateGovernance e Piano di incentivazione Il Consiglio diAmministrazione ha approvato la Relazione sul governosocietario e gli assetti proprietari per l'esercizio 2014, laRelazione sulla Remunerazione 2015 e l'adozione di un piano diincentivazione, per l'Amministratore Delegato e alcuni SeniorManager del Gruppo, basato su Phantom Stock. Il piano diincentivazione di lungo termine, basato su Phantom Stock, e'finalizzato a promuovere meccanismi di coinvestimento trastakeholder e Senior Management, garantendo un bilanciamentotra obiettivi operativi di business e crescita del valoredell'azienda nel lungo termine, con conseguente riconoscimentoe valorizzazione del commitment, supportando al contempo laretention delle risorse chiave. Il Piano prevede l'assegnazioneai beneficiari di Phantom Stock la cui attribuzione, ai terminie alle condizioni previste dal Piano, determina l'insorgere deldiritto alla corresponsione di un premio monetario. Il periododi riferimento di detto Piano e' il triennio 2015-2017.L'attribuzione delle Phantom Stock, e la relativa conversionein un premio monetario, avverranno entro il 31 dicembre 2018,subordinatamente alla verifica del conseguimento dell'obiettivodi performance del Piano. Il Piano non avra' alcun effettodiluitivo sul capitale, non prevedendo l'assegnazione di azionima il riconoscimento di un premio di natura monetaria. Irelativi dettagli sono contenuti nella Relazione sullaRemunerazione 2015 e nel Documento Informativo, approvati dalConsiglio di Amministrazione in data odierna, che saranno residisponibili nei termini di legge. Il Consiglio diAmministrazione ha altresi' effettuato la verifica del possessoda parte dei Consiglieri di Amministrazione GabriellaChersicla, Nicolo' Dubini, Vittoria Giustiniani, AndreaPellegrini e Patrizia Riva, dei requisiti di indipendenza aisensi del Codice di Autodisciplina e del D. Lgs. 58/1998("TUF"). Convocazione dell'Assemblea ordinaria degli AzionistiIl Consiglio di Amministrazione ha deliberato di convocare insede ordinaria per il 28 aprile 2015 in prima convocazione e,occorrendo, per il 29 aprile 2015 in seconda convocazione,l'Assemblea degli Azionisti, per sottoporre alla suaapprovazione il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2014,l'adozione di un piano di incentivazione basato su PhantomStock, per l'Amministratore Delegato ed il Senior Managementdel Gruppo, e la Relazione sulla Remunerazione 2015. .