Loris: Veronica forse non ha agito da sola, spunta ipotesi di un secondo telefonino

(AGI) - Ragusa. - Le specialita' della polizia diStato, Scientifica e Postale stanno passando al setaccio inqueste ore ogni strumento informatico  [...]

(AGI) - Ragusa, 11 dic. - Le specialita' della polizia diStato, Scientifica e Postale stanno passando al setaccio inqueste ore ogni strumento informatico di Veronica Panarello, lamadre del piccolo Loris in carcere a Catania con l'accusa diaverlo ucciso, e di Orazio Fidone, il cacciatore che sabato 29novembre ritrovo' il cadavere del bambino in un canalone aSanta Croce Camerina (Ragusa). Lo apprende l'AGI da fontiqualficate. Contemporaneamente vengono svolte dagli espertidella polizia di Stato ulteriori e approfondite analisi sulleauto in uso alla donna e a Fidone, come pure su diversomateriale che e' stato oggetto di sequestro nei giorni scorsi.Fidone e' tuttora indagato per l'omicidio. "Non e' escluso cheVeronica Panarello avesse un secondo telefono cellulare". Aconfermare ricerche in questo senso sono fonti vicine agliinquirenti che indagano sulla morte del piccolo Andrea LorisStival. Del dispositivo si fa cenno anche nel decreto di fermoche riporta le parole della madre della donna secondo cuiconterrebbe foto e video di Loris; il cellulare viene ancoracercato, anche perche' potrebbe contenere tracce di contatticon un presunto complice. Tutti elementi al vaglio al paridella circostanza che il piccolo non aveva le chiavi di casa.Per rientrare nell'abitazione della famiglia la mattina in cuifu ucciso, il bambino dovrebbe dunque aver ricevuto le chiavidalla madre. Attenzione pure a un nuovo video cheimmortalerebbe quanto avvenne la mattina del 29 novembredavanti alla casa della famiglia Stival. Attorno alle 8,47 lamamma di Loris, Veronica Panarello, ritorna a casa e sivedrebbe la polo nera parcheggiata con il "muso" davanti algarage. Fatto che ha reso perplesso anche il marito Davide,secondo cui la moglie parcheggiava sempre in strada e mai nelgarage. (AGI).