Governo: Renzi, proviamo a cambiare guardando errori di altri

(AGI) - Roma, 4 giu. - "Ci sono due alternative: vivere nelpianto e nel rimpianto delle occasioni perdute, criticando elamentando soltanto. O provare a cambiare, facendo tesoro deglierrori degli altri. Noi abbiamo scelto questa seconda strada.Su tutto". Lo scrive su Facebook il presidente del Consiglio,Matteo Renzi, riassumendo il suo intervento alla presentazione,questa mattina a Fiumicino, del nuovo brand Alitalia. "Pochestorie producono tanti rimpianti come Alitalia. Era lacompagnia leader mondiale quarant'anni fa. Poi - continua Renzi- ha perso un sacco di occasioni. Errori di visione, cassaintegrazione, scelte sbagliate, cattiva politica: Se

(AGI) - Roma, 4 giu. - "Ci sono due alternative: vivere nelpianto e nel rimpianto delle occasioni perdute, criticando elamentando soltanto. O provare a cambiare, facendo tesoro deglierrori degli altri. Noi abbiamo scelto questa seconda strada.Su tutto". Lo scrive su Facebook il presidente del Consiglio,Matteo Renzi, riassumendo il suo intervento alla presentazione,questa mattina a Fiumicino, del nuovo brand Alitalia. "Pochestorie producono tanti rimpianti come Alitalia. Era lacompagnia leader mondiale quarant'anni fa. Poi - continua Renzi- ha perso un sacco di occasioni. Errori di visione, cassaintegrazione, scelte sbagliate, cattiva politica: Se potessimotornare indietro, quanti sbagli da correggere! Quanta rabbia edelusione. Ma il passato non torna". A Fiumicino, aggiunge,"oggi sono stati presentati i nuovi aerei e le nuove rotte:sembrava impossibile due anni fa. E ricordo ancora letelefonate con Abu Dhabi di qualche mese fa quando l'operazionesembrava saltata e i licenziamenti sicuri. Oggi inizia unastoria nuova. Alitalia allora e' simbolo dell'Italia. Inutilepiangere sul latte versato: a noi tocca cambiare le cose, aglialtri lamentarsi e protestare. Alitalia c'e', anche se non cicredeva piu' nessuno. Ed e' pronta al decollo. Allacciamoci lecinture: e' l'Italia intera che deve volare. Facendo le riformecon ancora maggiore velocita', creando posti di lavoro,investendo sulle possibilita' aperte dal mondo globale. Glialtri rimpiangono? Noi no. Noi - conclude - ci proviamo, noi cimuoviamo, noi ci crediamo. Strappando ogni giorno un centimetrodi territorio a chi urla che va tutto male e che l'Italia e'destinata a fallire. E costruendo un futuro per i nostrifigli". Vola Alitalia, viva l'Italia!". .