Frana a Ischia: ristoratore morto trascinato da fango e pietre

(AGI) - Napoli, 25 feb. - Un morto per il maltempo in Campania.A Ischia, in localita' Olmitello dei Maronti, nel comune di Barano, Giuseppe Iallonardo, 50 anni, ristoratore del posto,era andato a verificare se alcuni smottamenti di questa mattinaavevano causato danni al suo locale; l'uomo e' stato coinvoltoin un altro smottamento ed e' deceduto. Non e' ancora chiaroinfatti se sia precipitato con la massa di terriccio e pietreche si e' staccata o se sia stato travolto dalla frana. Sulposto, oltre ai soccorsi, i carabinieri per rilievi. Da giorniuna pioggia abbondante e' presente

(AGI) - Napoli, 25 feb. - Un morto per il maltempo in Campania.A Ischia, in localita' Olmitello dei Maronti, nel comune di Barano, Giuseppe Iallonardo, 50 anni, ristoratore del posto,era andato a verificare se alcuni smottamenti di questa mattinaavevano causato danni al suo locale; l'uomo e' stato coinvoltoin un altro smottamento ed e' deceduto. Non e' ancora chiaroinfatti se sia precipitato con la massa di terriccio e pietreche si e' staccata o se sia stato travolto dalla frana. Sulposto, oltre ai soccorsi, i carabinieri per rilievi. Da giorniuna pioggia abbondante e' presente nel Napoletano. Iallonardoe' morto questa mattina, ma e' stato trovato solo nel primopomeriggio dal fratello, allarmato perche' l'uomo non eraandato a prendere la figlia a scuola come d'abitudine. Il suodecesso e' legato alla frana che lo ha coinvolto, ma solol'autopsia potra' chiarirne la causa esatta, facendo luce anchemeglio sulla dinamica dell'accaduto. Il corpo del ristoratore,infatti, e' stato trascinato per una ventina di metri rispettoil fronte di frana dal rivolo copioso d'acqua creato dallafrana stessa, e presentava la faccia in giu', nel fango enell'acqua; inoltre, secondo quanto si e' appreso, c'e' unaprofonda ferita alla testa, generata o da un masso odall'averla battuta violentemente durante una caduta; edancora, le gambe hanno diverse ferite che potrebbero averprovocato una morte per dissanguamento. Il locale dell'uomoaveva i permessi, edilizi e non, in regola, ma l'isola d'Ischiae' nota alle cronache anche per una prassi di abusi edilizi cheha gravemente compromesso l'ambiente. Nell'aprile 2006 unafrana nella frazione Pilastri cancello' una famiglia di 6persone, lasciando in vita solo la moglie e la figlia piu'piccola. Il crollo di un costone del monte Vezzi, dopo fortipiogge, distrusse una abitazione e danneggio' quella vicina. Anovembre 2009, poi, acqua, fango e pietre, precipitati dalmonte Epomeo dopo una forte pioggia, trascinarono aCasamicciola auto in mare: mori' una 15enne e 20 personerimasero ferite. Quella di Barano non e' l'unica franaregistratasi a Ischia. L'isola infatti e' divisa in due da unosmottamento consistente che ha interessato la statale 270, checollega Barano a Serrara Fontana, perche' un pezzo di costoneroccioso ha invaso la carregiata, a poca distanza dal centrostorico di Buonopane. (AGI)