Fisco: sospeso processo alle figlie di Gucci, legittimo sospetto

(AGI) - Milano, 22 set. - Il processo a carico, tra gli altri,di Alessandra e Allegra Gucci, e' stato sospeso dopo che unodegli imputati, l'avvocato Xenia Peran, ha presentatoun'istanza di legittimo sospetto nei confronti dei giudicidella seconda sezione penale del Tribunale di Milano. Ilprocesso non riprendera' fino a una decisione della Corte diCassazione sull'istanza. Al centro del procedimento che vedeimputate Alessandra e Allegra Gucci, figlie di Maurizio Gucci ePatrizia Reggiani, c'e' una una presunta evasione fiscale dapoco meno di 4,5 milioni di euro. Tra gli imputati figura anche l'avvocato Xenia Peran,

(AGI) - Milano, 22 set. - Il processo a carico, tra gli altri,di Alessandra e Allegra Gucci, e' stato sospeso dopo che unodegli imputati, l'avvocato Xenia Peran, ha presentatoun'istanza di legittimo sospetto nei confronti dei giudicidella seconda sezione penale del Tribunale di Milano. Ilprocesso non riprendera' fino a una decisione della Corte diCassazione sull'istanza. Al centro del procedimento che vedeimputate Alessandra e Allegra Gucci, figlie di Maurizio Gucci ePatrizia Reggiani, c'e' una una presunta evasione fiscale dapoco meno di 4,5 milioni di euro. Tra gli imputati figura anche l'avvocato Xenia Peran, agiudizio assieme al collega Fabio Franchini per una secondavicenda non relativa alla presunta evasione fiscale contestataalle sorelle Gucci ma che riguarda un presunto riciclaggio, inrelazione a fatti riguardanti due clienti, che hanno poipatteggiato la pena, di uno studio di Lugano. Anche SilvanaBarbieri, nonna delle due Gucci e madre di Patrizia Reggiani,e' tra gli imputati. I due avvocati, Peran e Franchini, sonoaccusati di aver "compiuto (nella prima meta' del 2009)operazioni di trasferimento ed altre attivita'" al fine di nonconsentire "l'identificazione della provenienza delittuosa" di"somme illecitamente occultate all'estero (...) e maidichiarate all'amministrazione finanziaria dello Stato" in uncaso riconducibili a Guido Delle Piane e nell'altro a GiovanniVismara, ex direttore del settore corporate management della allora Bpl, quando l'istituto era guidato da Gianpiero Fiorani.In passato, Xenia Peran, difesa dall'avvocato Stefano DeCesare, aveva anche denunciato il pm Gaetano Ruta, titolaredell'indagine, alla Procura di Brescia, sostenendo che leistituzioni sarebbero condizionate in questa vicenda da "lobbye massonerie". (AGI).