False 'griffe' d'abbigliamento, sequestrati 12mila articoli

(AGI) - Reggio Calabria, 22 set. - Sequestro di una filiera diproduzione di capi d'abbigliamento recante marchi contraffatti,per un totale di 12mila articoli. E' il bilanciodell'operazione portata a termine dai finanzieri del comandoprovinciale di Reggio Calabria, nell'ambito della quale e'nstato sequestrato un laboratorio clandestino di confezionamentoed etichettatura di capi d'abbigliamento delle piu' note griffeitaliane e straniere, nonche' maglie, borse, giubbotti,camicie, cinture e occhiali, gia' pronti per essere immessi sulmercato. Il tutto avrebbe portato ad illeciti introiti, inseguito alla vendita sul mercato, per oltre 200.000 euro. L'operazione, nata da un'intensa ed

(AGI) - Reggio Calabria, 22 set. - Sequestro di una filiera diproduzione di capi d'abbigliamento recante marchi contraffatti,per un totale di 12mila articoli. E' il bilanciodell'operazione portata a termine dai finanzieri del comandoprovinciale di Reggio Calabria, nell'ambito della quale e'nstato sequestrato un laboratorio clandestino di confezionamentoed etichettatura di capi d'abbigliamento delle piu' note griffeitaliane e straniere, nonche' maglie, borse, giubbotti,camicie, cinture e occhiali, gia' pronti per essere immessi sulmercato. Il tutto avrebbe portato ad illeciti introiti, inseguito alla vendita sul mercato, per oltre 200.000 euro. L'operazione, nata da un'intensa ed articolata attivita'info investigativa, corroborata da pedinamenti, appostamenti esopralluoghi, nonche' accertamenti presso enti pubblici ebanche dati in uso alla guardia di finanaza, ha consentito disottoporre a controllo un furgone, con a bordo due soggetti dinazionalita' Senegalese, ritenuti strettamente collegati airesponsabili ed organizzatori della filiera di produzione ecommercializzazione, carico di materiale contraffatto destinatoalla vendita. L'intuizione dei "baschi verdi" del Gruppo diReggio Calabria ha portato ad estendere ed approfondire icontrolli ispettivi anche presso l'abitazione ritenuta nelledisponibilita' dei due soggetti; i finanzieri si sono trovatidinanzi ad un'organizzata filiera di produzione di materialecontraffatto che consentiva ai rei di applicare su capid'abbigliamento di scarsa fattura e ignota provenienza, quelliche sono i segni distintivi dei piu' noti marchi di alta moda,attraverso la cucitura, punzonatura e applicazione dietichette, linguette, bottoni e quant'altro fosse necessarioper rendere i prodotti contraffatti quanto piu' similipossibile a quelli presenti sul lecito mercato. (AGI).