Due indagati a Firenze per la morte del calciatore Davide Astori

Due indagati a Firenze per la morte del calciatore Davide Astori
 Afp
 Davide Astori

La procura di Firenze ha inviato due avvisi di garanzia per la morte di Davide Astori, il capitano della Fiorentina deceduto il 4 marzo scorso nel ritiro prima della partita di Udine. 

Due campanelli d'allarme, che avrebbero potuto suggerire approfondimenti sanitari per il cuore del capitano della Fiorentina, Davide Astori. Lo scrive il quotidiano La Nazione, pubblicando anche i referti di due esami che il calciatore effettuò nel luglio del 2016 e nello stesso mese dell'anno successivo. Dalle prove da sforzo effettuate presso la medicina sportiva dell'ospedale di Careggi, per ottenere l'idoneità all'attività agonistica, emersero alcune anomalie: in particolare sull'esame del luglio 2017, era stata sottolineata una extrasistolia ventricolare.

Per la morte del calciatore della Fiorentina e della Nazionale c'è un'inchiesta aperta dalla procura di Firenze, un fascicolo ereditato dalla procura di Udine. Il calciatore morì infatti in un albergo del capoluogo friulano, il 4 marzo scorso, la notte precedente della partita Udinese-Fiorentina. La documentazione pubblicata da 'La Nazione' e' stata acquisita dagli inquirenti nell'ambito del procedimento in corso che, a breve, secondo indiscrezioni, potrebbe essere giunto ad una svolta. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.