Datalogic: nel 2014 forte aumento della marginalita' e dell'util

Datalogic S.p.A. (Borsa Italiana S.p.A.: DAL), societa' quotatapresso il Mercato Telematico Azionario - Segmento Star - organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. ("Datalogic") eleader mondiale nei mercati dell'acquisizione automatica deidati e dell'automazione industriale e produttore di lettori dicodici a barre, mobile computer per la raccolta dati, sensori,sistemi di visione e sistemi di marcatura laser, ha approvatoil progetto di bilancio civilistico e il bilancio consolidatoal 31 dicembre 2014. - Ricavi di vendita a 464,5 milioni diEuro in crescita del 3,1% rispetto a 450,7 milioni di Eurodell'esercizio precedente - EBITDA a 69,4

Datalogic S.p.A. (Borsa Italiana S.p.A.: DAL), societa' quotatapresso il Mercato Telematico Azionario - Segmento Star - organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. ("Datalogic") eleader mondiale nei mercati dell'acquisizione automatica deidati e dell'automazione industriale e produttore di lettori dicodici a barre, mobile computer per la raccolta dati, sensori,sistemi di visione e sistemi di marcatura laser, ha approvatoil progetto di bilancio civilistico e il bilancio consolidatoal 31 dicembre 2014. - Ricavi di vendita a 464,5 milioni diEuro in crescita del 3,1% rispetto a 450,7 milioni di Eurodell'esercizio precedente - EBITDA a 69,4 milioni di Euro inaumento del 15,8% rispetto a 60,0 milioni di Euro del 2013,EBITDA margin sale dal 13,3% al 14,9% - Utile netto a 30,9milioni di Euro in crescita del 14,7% rispetto a 26,9 milionidi Euro dell'esercizio precedente - Forte riduzionedell'indebitamento finanziario netto a 55,7 milioni di Eurorispetto a 97 milioni di Euro al 31 dicembre 2013 grazie allacontinua generazione di cassa - Proposto un dividendo pari a 18centesimi di Euro per azione, in crescita del 12,5% rispettoall'esercizio precedente Per il 2015 si attende uno scenariomacroeconomico piu' favorevole, soprattutto in Europa che haregistrato un sostanziale rallentamento negli ultimi anni. GliStati Uniti dovrebbero continuare, con piu' vigore, la crescitagia' avviata nel 2014, mentre i Paesi "fast growing" potrebberoregistrare un rallentamento dopo avere di fatto trainato lacrescita dell'economia mondiale negli ultimi anni. .