Daniza: Romani, "la sua morte deve avere un responsabile"

(AGI) - Roma, 11 set. - "La morte di Daniza, l'orsa trasferita19 anni fa in Trentino nell'ambito di un progetto diripopolazione e uccisa in queste ore, deve avere unresponsabile. Daniza, madre di due cuccioli, è stata uccisa,viene sommariamente spiegato in un comunicato ufficiale dellaProvincia di Trento, dalla somministrazione di farmaci perindurre la narcosi ai fini della cattura". Lo dichiara PaoloRomani, Presidente del Gruppo Forza Italia Senato. "Ilpresidente della Provincia - aggiunge - deve chiarire, conimmediatezza, le circostanze in cui tale procedura ha portatoalla morte dell'orsa, deve individuare e dichiarare le

(AGI) - Roma, 11 set. - "La morte di Daniza, l'orsa trasferita19 anni fa in Trentino nell'ambito di un progetto diripopolazione e uccisa in queste ore, deve avere unresponsabile. Daniza, madre di due cuccioli, è stata uccisa,viene sommariamente spiegato in un comunicato ufficiale dellaProvincia di Trento, dalla somministrazione di farmaci perindurre la narcosi ai fini della cattura". Lo dichiara PaoloRomani, Presidente del Gruppo Forza Italia Senato. "Ilpresidente della Provincia - aggiunge - deve chiarire, conimmediatezza, le circostanze in cui tale procedura ha portatoalla morte dell'orsa, deve individuare e dichiarare leresponsabilità, essendo la cattura espressamente disposta daun'ordinanza della Provincia. Non possiamo non ricordare,inoltre, che la prima versione dell'ordinanza disponeva propriol'uccisione di Daniza. Quanto avvenuto contravviene allaConvenzione di Berna del 1979 che definisce l'orso specieparticolarmente protetta, alla Convention on InternationalTrade in Endangered Species of the Wild Fauna and Flora (CITES)del 1973 che definisce la specie potenzialmente minacciata edalla Direttiva Habitat della UE (92/43/CEE, 22.7.92) chestabilisce la specie di interesse Comunitario e che richiedeuna protezione rigorosa: tutte le normative internazionali chetroviamo richiamate proprio sul sito della Provincia di Trentoche spiega il progetto di ripopolazione della specie sulterritorio in questione. C'è da chiedersi se questa giunta è ingrado di governare un territorio dal patrimonio naturalisticoincommensurabile: mi auguro che i cuccioli di Daniza, giàcostretti a crescere senza madre, possano avere a che fare conuomini migliori e più responsabili del territorio checondividono". (AGI)