Corruzione: Cantone, in P. A. sia possibile la denuncia anonima

(AGI) - L'Aquila, 15 dic. - "Per prevenire la corruzionebisogna attuare le norme per il wistleblower previsto dal testounico dei dipendenti pubblici per consentire a chi vuoledenunciare illeciti di farlo in modo tutelato. Non e' delazionema assunzione di responsabilita'". Lo ha detto il presidentedell'autorita' nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone,intervenendo in videoconferenza alla tavola rotonda organizzatadall'Agenzia delle Entrate sul tema "Noi contro la corruzione". "Un quadro devastante di presenza di fatti criminali, cherende difficile fare discorsi di prospettiva e che nel Paesesta creando un clima come quello durante la stagione di ManiPulite,

(AGI) - L'Aquila, 15 dic. - "Per prevenire la corruzionebisogna attuare le norme per il wistleblower previsto dal testounico dei dipendenti pubblici per consentire a chi vuoledenunciare illeciti di farlo in modo tutelato. Non e' delazionema assunzione di responsabilita'". Lo ha detto il presidentedell'autorita' nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone,intervenendo in videoconferenza alla tavola rotonda organizzatadall'Agenzia delle Entrate sul tema "Noi contro la corruzione". "Un quadro devastante di presenza di fatti criminali, cherende difficile fare discorsi di prospettiva e che nel Paesesta creando un clima come quello durante la stagione di ManiPulite, del 1993. Dopo Mani Pulite c'e' stata un'assenza discelte politiche e per paradosso alcune scelte fatte hannofavorito la corruzione, come il falso in bilancio e le normesulla prescrizione", ha detto Cantone. "Penso che il rating di legalita' sia un tentativo moltonuovo e interessante, ossia l'idea di provare a invertire unmeccanismo tradizionale: chi sbaglia paga. Ma e' un istitutoche, fino a questo momento, non ha dato grandi risultatiperche' e' efficace fino a un certo punto" ha aggiunto Cantone. "Ci sono soggetti che non hanno mai sbagliato e hannopagato lo stesso perche' sono stati esclusi da tutti i sistemidegli appalti e non hanno mai ottenuto alcun vantaggio dalfatto di esser onesti. E' un tentativo che richiedera' anche unintervento del legislatore, quello di provare a utilizzarlo inun altro funzione. Provando ad assegnare negli appalti, alleimprese fornite di rating, delle valutazioni positive. Credoche questo tema dovra' esser affrontato in normativa. Un ratingdi legalita' che ponga in essere controlli molto approfonditi,deve garantire a chi sottopone a quei controlli dei benefici.Questa e' la chiave di volta -ha concluso- non solo punizionema anche il premio per chi si comporta bene". (AGI).