Concordia: software controllera' fase galleggiamento

(AGI) - Isola del Giglio, 14 lug. - Il galleggiamento dellaCosta Concordia dipendera' prevalentemente da uno specialesoftware messo a punto per consentire lo svuotamento deicassoni e l'immissione di aria. Il recupero e' stato avviato aSettembre 2013, con le operazioni di parbuckling perraddrizzare lo scafo. Ora la nave e' poggiata su unapiattaforma in acciaio, costruita a ridosso dello scoglio, cheevita lo scivolamento in acqua. In questi mesi sono statesaldati sulle fiancate dei cassoni, che dovrebbero consentirealla Concordia di navigare in sicurezza al traino di duerimorchiatori. Il programma informatico controlla la fase

Concordia: software controllera' fase galleggiamento
(AGI) - Isola del Giglio, 14 lug. - Il galleggiamento dellaCosta Concordia dipendera' prevalentemente da uno specialesoftware messo a punto per consentire lo svuotamento deicassoni e l'immissione di aria. Il recupero e' stato avviato aSettembre 2013, con le operazioni di parbuckling perraddrizzare lo scafo. Ora la nave e' poggiata su unapiattaforma in acciaio, costruita a ridosso dello scoglio, cheevita lo scivolamento in acqua. In questi mesi sono statesaldati sulle fiancate dei cassoni, che dovrebbero consentirealla Concordia di navigare in sicurezza al traino di duerimorchiatori. Il programma informatico controlla la fase dellosvuotamento dell'acqua dai cassoni e l'immissione di aria, inmodo da alzare la chiglia di due-tre metri e consentire ilposizionamento delle catene da agganciare ai rimorchiatori. Ilcapo della Protezione Civile Franco Grabrielli ha sottolineatoche le fasi di oggi sono "complesse e delicate" come leprecedenti. I tecnici guidati da Nick Sloane dovranno, infatti,assicurare il galleggiamento in modo graduale e, nel contempo,monitorare la risposta della nave senza sostegni, qundo sara'in mare aperto. .