Centrale del Latte di Torino: proposto dividendo di 0,06 euro per azione, approvato il Piano Industriale 2015 – 2017

Il Consiglio di Amministrazione della Centrale del Latte diTorino - societa' quotata al segmento STAR di Borsa Italiana,attiva nella produzione e commercializzazione di latte fresco,derivati e prodotti ultrafreschi ' riunito a Torino sotto laPresidenza del Dottor Luigi Luzzati ha approvato oggi ilprogetto di bilancio relativo all'esercizio 2014 che sara'sottoposto all'Assemblea degli Azionisti il prossimo 28 aprile2015. In uno scenario ancora difficile per i consumi dellefamiglie, nel 2014 il Gruppo CLT e' riuscito a incrementare levendite del 2,4% passando dai 98 milioni di Euro di ricavinetti consolidati al 31/12/2013 ai 100,4

Il Consiglio di Amministrazione della Centrale del Latte diTorino - societa' quotata al segmento STAR di Borsa Italiana,attiva nella produzione e commercializzazione di latte fresco,derivati e prodotti ultrafreschi ' riunito a Torino sotto laPresidenza del Dottor Luigi Luzzati ha approvato oggi ilprogetto di bilancio relativo all'esercizio 2014 che sara'sottoposto all'Assemblea degli Azionisti il prossimo 28 aprile2015. In uno scenario ancora difficile per i consumi dellefamiglie, nel 2014 il Gruppo CLT e' riuscito a incrementare levendite del 2,4% passando dai 98 milioni di Euro di ricavinetti consolidati al 31/12/2013 ai 100,4 milioni di Euroregistrati al 31/12/2014. La marginalita' operativa lorda(EBITDA) al 31/12/2014 raggiunge i 5,8 milioni di Euro con unacrescita del 9% rispetto ai 5,3 milioni di Euro al 31/12/2013.Il risultato operativo (EBIT) raggiunge i 2,6 milioni di Euroal 31/12/2014 contro gli 1,1 milioni di Euro registrati al31/12/2013. L'esercizio 2014 chiude con un utile netto dopo leimposte di 791 mila Euro rispetto all'utile netto dopo leimposte di 1,2 milioni di Euro registrato nel 2013, eserciziocaratterizzato da plusvalenza per la cessione dipartecipazioni. La posizione finanziaria netta al 31/12/2014risulta negativa per 17,1 milioni di Euro, in miglioramentorispetto ai -19,9 milioni di Euro registrati al 31/12/2013. Perquanto riguarda la capogruppo Centrale del Latte di Torino& C., la societa', al 31 dicembre 2014, ha registratoricavi netti pari a 76,1 milioni di Euro in aumento rispetto ai73,9 milioni di Euro del 31 dicembre 2013, il margine operativolordo (EBITDA) e' stato pari a 4,8 milioni di Euro pressoche'stabile rispetto al 2013; il risultato operativo (EBIT) e'stato di 2,8 milioni di Euro rispetto ai 1,9 milioni di Eurodel 31/12/2013 mentre l'utile netto dopo le imposte risultapari a 1,4 milioni di Euro rispetto agli 1,1 milioni di Eurodel 31/12/2013. La posizione finanziaria netta della capogruppoal 31 dicembre 2014 e' negativa per 343 mila Euro inmiglioramento rispetto ai ' 2,2 milioni di Euro del 31 dicembre2013. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso quindi diproporre alla prossima assemblea degli azionisti, che si terra'a Torino il prossimo 28 aprile, la distribuzione di undividendo, analogo all'esercizio precedente, pari ad Euro 0,06per azione in pagamento dal 7 maggio 2015 con stacco il 4maggio 2014. Si ricorda che nel 2014 il Gruppo CLT ha avviatole esportazioni di latte UHT e di una bevanda di soia in Cinacon vendite che hanno raggiunto gli 858 mila Euro, grazie allastipula di un accordo quinquennale (2014-2018) con Nanpufood,primario operatore nella importazione e distribuzione in Cina,Macao e Hong Kong, specializzato nei prodotti del settore food& beverage. Si segnala poi che a seguito dei Decreti delMinistero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali chedisciplinano le modalita' di accesso alle agevolazioni per icontratti di filiera, CLT ha presentato un importante piano diriorganizzazione e di investimenti volto a consolidare ilproprio sistema integrato di filiera per una gestioneefficiente e moderna dell'intero ciclo del latte. Il progettoche ammonta a 11,9 milioni di Euro e' stato autorizzato dalCIPE e prevede il finanziamento a tasso agevolato di un importopari al 43,79% del totale dell'investimento. Non appena i fondisaranno resi disponibili saranno avviati gli investimentiprevisti. Circa la previsione sull'andamento della gestionedell'esercizio in corso, si segnala che i primi mesi del nuovoanno confermano il perdurare della debolezza nei consumi deiprodotti alimentari. Per quanto riguarda il prezzo di acquistodella materia prima latte e' proseguito l'andamento registratonel corso degli ultimi mesi del 2014 che fa prevedere per tuttoil 2015 una riduzione rispetto al costo totale registrato nel2014. Il Consiglio di Amministrazione ha poi approvato laRelazione sulla remunerazione degli amministratori, redatta aisensi del Testo Unico della Finanza e del Regolamento emittentie la Relazione sul Governo societario relativa all'esercizio2014 e la Relazione annuale sulla Corporate Governance. IlConsiglio di Amministrazione ha deliberato di proporreall'Assemblea degli azionisti la nomina della nuova Societa' diRevisione per gli anni 2015-2023 e ha convocato l'Assembleadegli Azionisti in sede Ordinaria il 28 e 30 aprile 2015,rispettivamente in prima e seconda convocazione. Infine IlConsiglio di Amministrazione ha approvato il Piano Industriale2015 ' 2017 che prevede, al termine del triennio, un fatturatoconsolidato a prezzi costanti pari a 108,4 milioni di Euro (+7%rispetto al 31/12/2014), un risultato operativo lordo (EBITDA)di 8,8 milioni di Euro (8,1% sul valore della produzione), unrisultato operativo netto (EBIT) di 4,7 milioni di Euro einfine un utile netto dopo le imposte di 2,5 milioni di Euro.Nel corso del triennio sono previsti investimenti in impianti emacchinari per 8 milioni di Euro. Prospetticamente la posizionefinanziaria netta al 31/12/2017 sara' negativa per 7,9 milionidi Euro contro un indebitamento finanziario netto al 31/12/2014di 17,1 milioni di Euro.