Beni culturali: in arrivo 2. 000 volontari del servizio civile

(AGI) - Roma, 27 nov. - Duemila volontari del servizio civilenazionale impegnati nei luoghi della cultura. E' quanto prevedeun protocollo d'intesa firmato dal ministro dei Beni culturali,Dario Franceschini, e dal sottosegretario al Lavoro, LuigiBobba. Questi volontari, sottolineano dal dicastero delCollegio Romano, assicureranno "lo svolgimento di attivita' ditutela, di fruizione e valorizzazione del patrimonioculturale". L'impegno complessivo e' di circa 11 milioni dieuro, equamente ripartiti tra le due amministrazioni. I 1.000 volontari che beneficeranno del finanziamento delministero del Lavoro e delle politiche sociali rientrano neiprogetti finanziati con risorse relative al PON IOG

(AGI) - Roma, 27 nov. - Duemila volontari del servizio civilenazionale impegnati nei luoghi della cultura. E' quanto prevedeun protocollo d'intesa firmato dal ministro dei Beni culturali,Dario Franceschini, e dal sottosegretario al Lavoro, LuigiBobba. Questi volontari, sottolineano dal dicastero delCollegio Romano, assicureranno "lo svolgimento di attivita' ditutela, di fruizione e valorizzazione del patrimonioculturale". L'impegno complessivo e' di circa 11 milioni dieuro, equamente ripartiti tra le due amministrazioni. I 1.000 volontari che beneficeranno del finanziamento delministero del Lavoro e delle politiche sociali rientrano neiprogetti finanziati con risorse relative al PON IOG (programmaGaranzia Giovani), per gli esercizi finanziari 2014/2015,destinate a giovani che si trovino in condizioni di disoccupatio inoccupati e nel contempo, non risultino essere inseriti inun percorso di istruzione e di formazione. Gli altri 1.000volontari verranno impegnati in progetti dedicati alla tuteladel patrimonio culturale di musei, archivi e biblioteche, conparticolare attenzione alla diffusione della cultura tra legiovani generazioni. "Si tratta del primo protocollo interistituzionale - spiegaFranceschini - che inaugura un percorso di sperimentazione diprogetti di servizio civile nazionale innovativi, capaci diconiugare lo spirito proprio del servizio civile, esperienza diformazione e arricchimento sia per i giovani che per lasocieta', con la necessita' di agevolare l'ingresso di giovaniprofessionalita' nel mondo del lavoro". "Alle polemiche pretestuose e infondate rispondiamo con ifatti - dice Bobba - Questo protocollo, a cui seguiranno altri,e' la concreta dimostrazione che il governo intende ampliarel'opportunita' di poter fare servizio civile ad un numero piu'largo di giovani. La certificazione delle competenze acquisitenel corso dell'anno di servizio civile nazionale e' uno deglielementi per consentire ai giovani di poter spendere nel mondodel lavoro l'esperienza maturata. Infine, nel passaggio alSenato della legge di stabilita', dovranno ulteriormente esseretrovate risorse aggiuntive per il Fondo del Servizio civilenazionale". A seguire, Calogero Mauceri, capo del Dipartimentodella gioventu' e del servizio civile nazionale, Antonia PasquaRecchia, segretario generale del Ministero dei beni e delleattivita' culturali e del turismo, e Salvatore Pirrone,direttore generale della Direzione politiche attive, serviziper il lavoro e formazione del ministero del Lavoro e dellepolitiche sociali, hanno firmato l'accordo di programma cheprevede la realizzazione di progetti di servizio civilenazionale per l'impiego dei 2.000 volontari. (AGI).