Quali sono le 342 bandiere blu in Italia e come sono state scelte

Quali sono le 342 bandiere blu in Italia e come sono state scelte

In Italia migliora la qualità del mare e dei laghi: quest'anno il numero di spiagge, comuni e approdi con la bandiera blu è passato da 293 a 342, con il podio che vede nuovamente in cima la Liguria (27, di cui 13 nella sola provincia di Savona), la Toscana (19) e le Marche (17).

Chi assegna le bandiere blu e come

Il riconoscimento di certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche della Foundation for Environmental Education (Fee) è andato a 163 comuni (nel 2016 erano stati 152) e 67 approdi turistici. Bene anche i laghi con il Trentino-Alto Adige che ha raddoppiato con 10 bandiere (entrano Baselga di Piné, Bedollo, Bondone, Lavarone e Sella Giudicarie), due al Piemonte e una alla Lombardia.


Qual è il criterio

Una spiaggia può ottenere la Bandiera Blu se è ufficialmente designata come area di balneazione a livello nazionale (o internazionale) con almeno un punto di campionamento per le analisi delle acque di balneazione. La spiaggia deve avere i servizi necessari e gli standard in conformità ai criteri Bandiera Blu e rispondere a 25 requisiti imperativi:

  1. Un minimo di 5 attività di educazione ambientale offerte ogni anno. 
  2. Informazioni sulla qualità delle acque di balneazione
  3. Informazioni relative a ecosistemi e a fenomeni ambientali rilevanti a livello locale
  4. Mappa della spiaggia, con indicazione dei servizi
  5. Codice di condotta relativo alla normativa vigente sull’uso della spiaggia 
  6. Informazioni sul Programma Bandiera Blu ed altri eco-label FEE 
  7. Rispettare pienamente i requisiti di campionamento e frequenza relativamente alla qualità delle acque 
  8. Rispettare pienamente gli standard ed i requisiti di analisi relativamente alla qualità delle acque 
  9. Nessuno scarico di acque reflue (urbane o industriali) nell’area della spiaggia
  10. Rispetto dei parametri microbiologici relativamente a Escherichia coli (Coliformi fecali) e agli Enterococchi intestinali (Streptococchi) 
  11. La spiaggia deve rispettare i requisiti di Bandiera Blu per alcuni parametri fisici e chimici
  12. Rispettare tutte le normative relative alla ubicazione e al funzionamento della spiaggia
  13. Garantire la conservazione e la biodiversità degli ecosistemi marini. 
  14. La spiaggia deve essere pulita 
  15. Vegetazione algale o detriti naturali dovrebbero essere lasciati sulla spiaggia
  16. Devono essere disponibili cestini per i rifiuti in numero adeguato 
  17. Devono essere disponibili contenitori per la raccolta differenziata
  18. Sulla spiaggia deve essere presente un adeguato numero di servizi igienici o spogliatoi che devono essere mantenuti puliti e avere lo smaltimento controllato delle acque reflue
  19. Deve essere fatto rispettare il divieto di campeggio, di circolazione ad autoveicoli o motoveicoli 
  20. L’accesso in spiaggia di cani e di altri animali domestici deve essere strettamente controllato
  21. Tutti gli edifici e le attrezzature di spiaggia devono essere mantenuti in buono stato 
  22. Gli habitat marini e lacustri (come la Barriera corallina o le praterie di Posidonia) presenti in prossimità della spiaggia devono essere monitorati
  23. Un numero adeguato di personale di salvataggio e attrezzature di salvataggio deve essere disponibile 
  24. Piani di emergenza per i casi di inquinamento o rischio per la sicurezza ambientale 
  25. Almeno una spiaggia Bandiera Blu per ogni Comune deve avere accesso e servizi per disabili 

I comuni marini 'new entry':

  • Camogli e Bonassola in Liguria,
  • Giulianova e Roseto degli Abruzzi in Abruzzo,
  • Roseto Capo Spulico e Soverato in Calabria,
  • Sapri in Campania,
  • Santa Teresa di Riva in Sicilia.