A.S. Roma: nel 1° trimestre 2014/2015 utile €8,9mln (€19,5mln un anno fa)

AS Roma: approvazione del resoconto intermedio di gestione per il trimestre chiuso al 30 settembre 2014.

Roma, 13 novembre 2014 - Il Consiglio di Amministrazione di A.S. Roma, riunitosi in data odierna, ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2014, relativo all'andamento gestionale del primo trimestre (il "Trimestre") dell'esercizio sociale 2014-2015, redatto ai sensi dell'art. 154-ter, comma 5, del Testo Unico della Finanza, introdotto dal D. Lgs. 195/2007, in attuazione alla direttiva 2004/109/CE (c.d. "Direttiva transparency").

AS Roma: approvazione del resoconto intermedio di gestione per il trimestre chiuso al 30 settembre 2014.

Roma, 13 novembre 2014 - Il Consiglio di Amministrazione di A.S. Roma, riunitosi in data odierna, ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2014, relativo all'andamento gestionale del primo trimestre (il "Trimestre") dell'esercizio sociale 2014-2015, redatto ai sensi dell'art. 154-ter, comma 5, del Testo Unico della Finanza, introdotto dal D. Lgs. 195/2007, in attuazione alla direttiva 2004/109/CE (c.d. "Direttiva transparency").

ANDAMENTO ECONOMICO-FINANZIARIO CONSOLIDATO
Il primo trimestre dell'esercizio 2014/2015 si è chiuso con un risultato economico consolidato positivo per 8,9 milioni di euro, con una flessione di 10,6 milioni di euro rispetto al risultato conseguito al 30 settembre 2013, pari a 19,5 milioni di euro. La variazione negativa è dovuta in particolare al minor valore del risultato della gestione calciatori, positivo per 20 milioni di euro al 30 settembre 2014, rispetto a 39,3 milioni di euro registrato al 30 settembre 2013, che include plusvalenze conseguite nell'ambito dei contratti di cessione di diritti pluriennali (calciatori) per 25,1 milioni di euro al 30 settembre 2014 (rispetto a 52,7 milioni di euro contabilizzate nel 2013).
La partecipazione alla Uefa Champions League, inoltre, ha generato nel trimestre corrente proventi per complessivi 22,2 milioni di euro, per participation, performance bonus, e market pool, riconosciuti dalla Uefa, nonché dai proventi da biglietteria della gara casalinga disputata nel trimestre, come nel seguito descritti. Tali proventi hanno permesso di conseguire un EBITDA, senza tenere conto del risultato della gestione calciatori, pari a 0,6 milioni di euro (negativo per 8,2 milioni di euro al 30 settembre 2014).
(SF)