'Ndrangheta: Roberti, collaborazione cittadini segnale importante

(AGI) - Perugia, 10 dic. - "Lo sviluppo dall'iniziale omerta'alla successiva apertura dimostra che qui c'e' un tessuto socioeconomico sostanzialmente sano. Tanto che le vittime, quandohanno capito che l'indagine era sostanzialmente seria, hannoparlato tutte. E' un segnale importante che vale anche per lealtre regioni". Lo ha detto il procuratore nazionale antimafiaFranco Roberti, parlando dell'operazione 'Quarto passo'eseguita dal Ros in Umbria. "Collaborare subito con lagiustizia, denunciare - ha ribadito Roberti - e' fondamentale,soprattutto per i soggetti che conducono attivita'imprenditoriali. Quello che possiamo fare noi - ha aggiunto -e' arrivare in

(AGI) - Perugia, 10 dic. - "Lo sviluppo dall'iniziale omerta'alla successiva apertura dimostra che qui c'e' un tessuto socioeconomico sostanzialmente sano. Tanto che le vittime, quandohanno capito che l'indagine era sostanzialmente seria, hannoparlato tutte. E' un segnale importante che vale anche per lealtre regioni". Lo ha detto il procuratore nazionale antimafiaFranco Roberti, parlando dell'operazione 'Quarto passo'eseguita dal Ros in Umbria. "Collaborare subito con lagiustizia, denunciare - ha ribadito Roberti - e' fondamentale,soprattutto per i soggetti che conducono attivita'imprenditoriali. Quello che possiamo fare noi - ha aggiunto -e' arrivare in modo tempestivo per dare un segnale aicittadini, per dimostrare che lo Stato sta sempre dalla partedei cittadini. In questo caso credo che la fiducia deicittadini sia stata ben riposta".-Un appello alla popolazione amantenere "attenzione, massima attenzione" verso fenomeni cherichiamano alla criminalita' organizzata e' stato lanciato dalprocuratore facente funzioni di Perugia, Antonella Duchini nelcorso della conferenza stampa sull'operazione 'Quarto passo'."Vivendo in un territorio definito 'isola felice' - ha aggiunto- quando vi accade una cosa del genere l'unica cosa e' diandare a denunciare, e' inutile subire malversazioni e minacceper 5-6 anni". Sulla reazione della popolazione, il procuratoreha sottolineato come "mentre in un primo momento gliimprenditori non hanno avuto la forza di denunciare a fronte diviolenze, quando le indagini sono iniziate e sono staticonvocati dai carabinieri tutti hanno parlato. E' una cosa checi rende felici". (AGI).