Vendita Milan: incontro Ghedini-Greco in Procura

Incontro di circa un'ora stamane tra Niccolò Ghedini, lo storico legale di Fininvest e di Silvio Berlusconi, e il procuratore di Milano Francesco Greco. Tema del colloquio, che si è svolto nell'ufficio del magistrato, le notizie di stampa circolate in questi giorni su un interesse della Procura ad approfondire eventuali risvolti penali sulla vendita del Milan all'imprenditore cinese Li Yonghong. A quanto si è appreso, il procuratore ha ribadito che non è stata aperta nessuna inchiesta sulla vicenda. Ghedini avrebbe ringraziato il capo della Procura per avere smentito sabato scorso l'esistenza di un'indagine convocando dei cronisti nel suo ufficio. Tuttavia, sul tavolo del procuratore Fabio De Pasquale c'è dai primi di dicembre un rapporto di una decina di pagina del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza in cui sono confluite 3 'segnalazioni di operazioni sospette', le cosiddette 'Sos', sulla vendita del Milan all'uomo d'affari cinese. Le 'Sos' sono i rapporti che banche, intermediari finanziari, operatori sono obbligati a consegnare all'Uif, l'Unità di informazione finanziaria della Banca d'Italia, quando sospettano operazioni di presunto riciclaggio. Nelle prossime settimane, i magistrati valuteranno se aprire un'inchiesta a partire da questo rapporto. Nei mesi scorsi, lo stesso Ghedini aveva depositato delle carte al procuratore Greco, col quale più volte si era scambiato informazioni sull'evoluzione della complicata trattativa per il passaggio di proprietà del club rossonero.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it