Scontri a Gerusalemme,  2 morti e oltre 50 feriti tra Cisgiordania e Gaza

Sono giù due i morti nelle violenze dopo la decisione degli Usa di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele. Due palestinesi sono stati uccisi e altri sei sono stati feriti negli scontri con l'esercito israeliano al confine della Striscia di Gaza, nel venerdì della preghiera islamica che era anche il secondo "giorno della collera" proclamato da Hamas. Il bilancio complessivo tra la Cisgiordania e l'enclave costiera palestinese di Gaza è di una cinquantina di feriti, di cui sette raggiunti da spari.  



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it