Migranti, Parolin: "Italia non perda sensibilità umanitaria"

 

 

Migranti, Parolin: "Italia non perda sensibilità umanitaria"
 ZUMAPRESS.com/Agf
cardinale Pietro Parolin

"Ho fiducia che da parte italiana non venga meno quella sensibilità umanitaria che da sempre ha caratterizzato il Paese e che fa parte dell'identità italiana". Il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato della Santa Sede, ha risposto cosi' ai giornalisti sulla vicenda della nave Aquarius, a margine del Colloquio internazionale sulle migrazioni Santa Sede-Messico in corso oggi alla Casina Pio IV in Vaticano."Sulle decisioni non intendo commentare perchè la situazione giuridica e' molto molto complessa, bisognerebbe approfondire un po'. Credo sia importante che ci sia una risposta comune". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it