Governo, Di Maio attacca Salvini: "Si va al voto per colpa sua"

 

 

Governo, Di Maio attacca Salvini: "Si va al voto per colpa sua" 

Nuovo attacco di Luigi Di Maio a Matteo Salvini. "Volevo capire se Salvini c'era o ci faceva e per 55 giorni ho provato a proporgli un governo assieme", ha affermato il capo politico M5s intervenendo su Rtl 102.5,  "l'unica cosa che gli ho chiesto è staccati da Berlusconi ma lui ha preferito Berlusconi a tutto questo. Ne risponderà alla storia e agli italiani soprattutto alle prossime elezioni perché se si sta andando al voto è perché lui ha scelto la restaurazione alla rivoluzione". Per Di Maio  è "probabile che con il voto si vada a finire al 22 luglio, deciderà Mattarella. e "sarà un ballottaggio" tra M5S e Lega. Il leader politico pentastellato ha ribadito il no a un "governo neutrale" e ha chiuso anche a un'intesa dopo le nuove elezioni: "Se Salvini si ripresenterà in coalizione con Berlusconi saremo punto e daccapo. Queste coalizioni non nascono per un ideale ma per fini elettorali". Intanto il reggente dem, Maurizio Martina, ha ribadito la disponibilità a votare "un governo neutrale": Se Mattarella indica un percorso con queste caratteristiche, un governo a tempo con persone non ricandidabili che affronti alcuni temi concreti come il blocco aumento dell’Iva, noi daremo una mano”, ha assicurato intervenendo a Circo Massimo su Radio Capital. Il capogruppo leghista al Senato, Gian Marco Centinaio, ha riconosciuto i pericoli di un voto in estate ("Ammetto anche io che il 22 luglio è una data abbastanza rischiosa") e ha lanciato un nuovo appello per arrivare a un governo politico: "A Di Maio e Berlusconi chiediamo: fate un passo laterale, andiamo da Mattarella tutti insieme e troviamo una soluzione politica", ha dichiarato ad Agorà su Rai3.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it