Corea del Sud: mazzette dai colossi dell'economia, 24 anni alla ex presidente Park Geun-hye

Corea del Sud: mazzette dai colossi dell'economia, 24 anni alla ex presidente Park Geun-hye  
KIM HONG-JI / POOL / AFP 
Park Geun-hye in tribunale (Afp) 

La ex presidente della Corea del Sud, Park Geun-hye, è stata condannata a 24 anni di carcere per i reati di abuso di potere, coercizione e corruzione, nell'ambito dello scandalo politico che la costrinse alle dimissioni nel gennaio 2017. Il processo è stato trasmesso in diretta dalla tv del Paese asiatico, scosso da uno dei più grandi scandali politici nella sua storia che ha suscitato proteste popolari per le connessioni emerse tra i vertici politici e le Chaebol, le grandi conglomerate che dominano l’economia sud-coreana. Park ha sempre respinto le accuse e non era presente in aula.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it