Carceri: +72% detenuti sotto osservazione per radicalizzazione

Nel 2017 i detenuti sotto osservazione per radicalizzazione sono stati in forte aumento rispetto all’anno precedente: 506 contro 365 del 2016 (il 72% in più). Lo rende noto l'associazione Antigone, nel rapporto presentato oggi sulle carceri italiane. Questi detenuti sono monitorati dal Dap con tre livelli di allerta (alto, medio e basso): 242 sono oggetto di un alto livello di attenzione (il 32% in più del 2016), 150 di un livello medio (il 100% in più del 2016) e 114 di un livello basso (nel 2016 erano 126). Tra coloro che rientrano nel livello alto, 180 sono in carcere per reati comuni e 62 perché sospettati o condannati per reati connessi al terrorismo islamico. I 62 detenuti in questione sono in regime di alta sicurezza (AS2) e si trovano principalmente nelle carceri di Sassari (26), Rossano (19) e Nuoro (11), dove è stata creata anche una sezione femminile (con 4 detenute). Tra i detenuti in AS2, pochissimi sono i condannati in via definitiva: in tutto 4, il 6% del totale. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it